domenica 30 dicembre 2018

Equilibrio e stabilità. Scritto da Samuele Graffiedi.

Abbiamo visto in quest’articolo la Fase II del rinforzo dei glutei, ovvero la fase in carico su entrambe le gambe. Prima di passare alla Fase III, quella che simula maggiormente l’azione della corsa, in cui gli esercizi saranno fatti in appoggio su una gamba sola, è fondamentale essere in grado di raggiungere un obiettivo più semplice, cioè la stabilità su una gamba sola.
                                                       Fenicottero
                                                                                           ...imparate da lui!

mercoledì 19 dicembre 2018

Corro perché ho un obbiettivo! Scritto da Salvatore Pisana su "Running Italia".

I motivi per i quali si inizia a correre possono essere svariati: c’è chi corre per dimagrire, chi per benessere, chi per gioco. Ma una cosa che accomuna tutti è “il dopo”: dopo i primi mesi di allenamento, si inizia ad assaporare il piacere della corsa, e il passo successivo è quello di avere un obbiettivo.
Non è importante cosa preparare, ma è importante darsi un fine, un obbiettivo. Può essere la prima gara, o la prima maratona, oppure la ricerca del primato personale su una distanza.
L’obbiettivo diventa la linfa vitale dell’allenamento stesso, ed è la motivazione che dà la forza di alzarsi presto la mattina per allenarsi prima di andare a lavorare, o viceversa dopo una lunga giornata di lavoro mettere le scarpette e uscire a correre.

lunedì 17 dicembre 2018

Proteine vegetali e controllo del peso. Scritto da Alessandro Soldano.

controllo peso mucca da latte in allevamento costretto
L’importanza delle proteine per un’alimentazione sana ed equilibrata è spesso sottovalutata: un adeguato apporto di aminoacidi può aiutarci a controllare la fame, a ridurre gli sbalzi glicemici e a trasformare la massa grassa in massa magra.
L’ importanza delle proteine nella dieta.

L’importanza delle proteine per un’alimentazione sana ed equilibrata è spesso sottovalutata: in particolare numerose diete per il controllo del peso non tengono conto che, nel tentativo di restringere l’apporto calorico, finiscono con l’impoverire anche la già scarsa quota proteica consumata giornalmente.

domenica 16 dicembre 2018

Iniziare a correre. Scritto dal Dott. Francesco Aversano.

È noto ormai da tempo che l’eccesso di grasso corporeo possa determinare gravi conseguenze alla salute.

La corsa, associata ad un corretto regime alimentare, è il miglior modo per prevenire o rimediare allo stato di sovrappeso che, a livelli elevati, costituisce un grave rischio per la salute dell’individuo.

domenica 9 dicembre 2018

Trasformare i sogni in realtà, far in modo che l’immaginazione diventi realtà. Scritto da Matteo Simone.

“Quando ti dai obiettivi troppo elevati e non sei in grado di raggiungerli, il tuo entusiasmo si trasforma in amarezza. Cerca una meta più ragionevole e poi gradualmente sorpassala. È il solo modo per arrivare in vetta.” (Emil Zatopek)
DSCF7564.JPGArnold Lazarus: “Se immaginate ripetutamente e coscienziosamente di raggiungere un obiettivo, le vostre possibilità reali di successo aumenteranno notevolmente”.

mercoledì 5 dicembre 2018

Come prevenire i tumori a tavola. Scritto dal Dott. Pier Luigi Rossi.

Dott. Pier Luigi Rossi.
Lo sappiamo: tabacco, alcool e obesità sono le principali cause di tumore. 
L'incidenza, cioè i nuovi casi sono in aumento, ma la mortalità si sta riducendo. Ho le mie convinzioni mediche: una eccessiva presenza di acidi grassi saturi all'interno delle cellule causa ipossia (carenza di ossigeno nelle cellule), modifica del metabolismo cellulare, modifica del DNA, infiammazione, degenerazione neoplastica.
Tabacco, alcol, alimentazione errata sono comportamenti errati, che possono essere modificati. La conoscenza è salute. L' ignoranza, intesa come non conoscenza, è malattia.

martedì 4 dicembre 2018

Il tempo? Teniamocelo alleato. Così. Scritto da Orlando Pizzolato (Maggio 2012).

Dieci anni dopo averne compiuti trenta può non essere cambiato un granché sul piano del rendimento atletico. Dieci anno dopo un’età in cui gli sforzi vengono sempre tutto sommato facili, si può essere ancora efficienti come allora. E’ dopo i quaranta che iniziano a comparire le prime rughe fisiologiche, spesso impercettibili e quindi non adeguatamente considerate, o meglio, mal interpretate. 
Un paio di secondi più piano nelle ripetute sui mille metri non sono nulla. Un rallentamento che può essere imputato a tanti motivi, forse il caldo, o magari l’umidità un po’ alta. Oppure quella bava di vento che incontri quando sbuchi dalla curva. O forse quel sonno irregolare che ti ha fatto rigirare tra le lenzuola ed ha rovinato il riposo notturno. Il sospetto che qualche cosa non sia più come prima può però arrivare dalla somma di quei due frazionali secondi.

martedì 27 novembre 2018

I tempi di assorbimento delle proteine. Scritto da Roberto Mazzoli.

mucche-proteine
Classificazione ed elenco dei tempi di assorbimento delle proteine alimentari, Peptidi, Aminoacidi Ramificati, Aminoacidi Liberi e loro derivati
 L’Assorbimento Proteico si può identificare in:
  • Istantaneo “Pochi minuti”: Integratori, ( Peptidi Aminoacidi Ramificati )
  • Rapido: “meno di un’ora” Integratori: ( Aminoacidi Liberi e loro derivati)
  • Veloce: “poco più di un’ora” Integratori ( Whey Protein, caseine con Acqua)
  • Medio: “ da un’ora a due ore” Integratori: (Whey Protein, caseine con Latte)
  • Lento: 3/3,5 ore Carni Magre o Pesce Magro, lessati, o alla piastra, tuorlo d’uovo, latte intero
  • Molto Lento: dalle 3,5 alle 4 ore: Carni grasse, Pesci grassi, Frutta secca, Fritti e Insaccati (anche 5/6 ore) Legumi, Soia e derivati, Formaggi Grassi.

mercoledì 21 novembre 2018

Te' verde: proprietà antitumorali e benefici contro il cancro. Scritto da Angela Ballarati.

te-verde-cancro
Anche se dai noi è più diffuso il tè nero, ultimamente, a causa degli studi effettuati e dei risultati pubblicati, sta prendendo sempre più piede l'abitudine al consumo di questo prezioso tè.
I Cinesi lo conoscono da 3000 anni e lo utilizzavano per curare il mal di testa e per “preservare la giovinezza”. Da un'analisi dell'Università di Yale del 2006, si è puntata l'attenzione sulle grandi quantità di tè verde consumato a fronte di una minore incidenza di malattie cardiovascolari e cancro.

giovedì 8 novembre 2018

Acqua minerale! E sai cosa bevi? Scritto dal Dott. Pier Luigi Rossi.

Dott. Pier Luigi Rossi.
L' Italia e' in Europa la prima consumatrice di acque minerali! A testa in un anno consumiamo circa 200 litri di acqua minerale! Una famiglia italiana di quattro persone spende in media in un anno 320 euro circa, considerando un prezzo medio di 40 centesimi al litro. Un litro di acqua minerale costa a noi, quanto 1000 litri di acqua arrivata in casa propria con acquedotto comunale.
Per la commercializzazione delle acque minerali si utilizzano circa 6 miliardi di bottiglie di plastica (PET) derivate dal petrolio, 480 mila tonnellate con emissione in atmosfera di 624 mila tonnellate equivalenti di anidride carbonica!
Trasporti continui di acque minerali...contribuiscono all'inquinamento del traffico e dell'ambiente. In Italia sono attive 189 fonti e 304 marche di acque minerali in grado di generare un volume di oltre 2 miliardi di euro/anno, con un imbottigliamento di 12 miliardi di litri di acqua minerale. Benché' l'acqua potabile arrivi in tutte le case si sceglie l'acqua minerale, spesso senza neppure pensare al suo valore nutrizionale!

martedì 6 novembre 2018

Obesità. Scritto da Luciano Gianazza e pubblicato su "Medicinenon.it".

ristorante junkfoodL’obesità è un problema che affligge sempre più persone nel mondo occidentale, ma anche paesi che ne sembravano indenni ora si trovano a dovere fare i conti con esso, da quando lo stile di vita occidentale si è infiltrato nella loro cultura.
Le insegne luminose di famose catene di fast food compaiono a fianco di un tempio buddista in paesi la cui popolazione sta perdendo la sua millenaria forma fisica e bellezza. La globalizzazione implica anche la globale diffusione di ogni aberrazione.

domenica 4 novembre 2018

La poesia del corpo. Scritto da Filippo Ongaro.

filippo-ongaroCosa vedete quando guar­date il vostro corpo allo spec­chio? Quale impres­sione vi dà la vostra imma­gine riflessa? Di bel­lezza, armo­nia e gioia? Oppure di disprezzo, delu­sione e fru­stra­zione? Evi­tate di guar­darvi o accet­tate con gra­zia pregi e difetti di ciò che state osservando?
Spesso ci dimen­ti­chiamo che il corpo è la mani­fe­sta­zione tan­gi­bile e con­creta della nostra esi­stenza e che il rap­porto che abbiamo con esso deter­mina in larga misura la rela­zione che abbiamo con noi stessi e, in senso lato, con la vita e con gli altri. Avere un corpo in forma, voler rea­liz­zare un pro­prio con­cetto di bel­lezza non sono cer­ta­mente obbli­ghi ma oppor­tu­nità per crearsi una vita più com­pleta e appagante.

venerdì 2 novembre 2018

Reattivi ed elastici, senza cronometro. Scritto da Orlando Pizzolato (Febbraio 2012).

Solo una cosa è per sempre, insinua un noto slogan quando c’induce ad associare la profondità dell’amore verso una persona con l’oggetto della ben nota pubblicità. La durezza del diamante evidenzia la sua inossidabile resistenza al passare del tempo.
Tutto il resto in natura è invece destinato a deperire, specialmente nel nostro corpo, sul quale i segni del tempo sono più o meno evidenti. Li possiamo rilevare dal deterioramento dei tessuti che alterano l’aspetto esteriore di una persona, un processo che fa impazzire i fanatici dell’estetismo. Noi podisti invece ci “disperiamo” per lo scadimento delle prestazioni atletiche. Da una parte quindi ci sono individui che vorrebbero essere come una statua di cera, perfetta ed immortale, ma immobile. Dall’altra invece ci sono i menefreghisti dell’estetica ma gli esaltati dall’efficienza fisica. Insomma, per alcuni meglio brutti ma veloci. Un’utopia per entrambi ovviamente, anche per chi sarebbe tentato d’invidiare Benjamin Button, pur di esprimere il massimo rendimento fisico all’approssimarsi della pensione. 

lunedì 8 ottobre 2018

Come dimagrire camminando: programma e calorie da bruciare. Scritto da Gianluca Rini in "Tanta Salute".

come dimagrire camminando programma calorie da bruciare
Come dimagrire camminando? Vediamo il programma e le calorie da bruciare. In effetti i vantaggi del camminare sono tanti, perché possiamo snellire le parti che sono più soggette all’ingrassamento, come i fianchi e la pancia, tonificando il corpo e aumentando il metabolismo. Ma c’è di più, perché non si tratta soltanto di dimagrire camminando velocemente, ma la nostra andatura permette anche di conquistare dei vantaggi che concorrono al nostro benessere generale, in particolare alla salute cardiovascolare e ai benefici che ne può trarre la mente. Ma quanto bisogna camminare al giorno per dimagrire? Nello specifico, come camminare? Vediamo insieme i dettagli.

venerdì 21 settembre 2018

La cellula. Scritto da Gabriele Grassadonia.

Difficilmente un campione sportivo, un atleta è anche un esperto di fisiologia umana, di citologia. Eppure, al project inVictus, crediamo fortemente che conoscere sia sempre meglio che non conoscere. In questo articolo studieremo le nozioni di base che riguardano la cellula. Scopriremo che apprenderle ci aprirà anche gli occhi su alcuni spunti pratici, perché la conoscenza è il mezzo per diventare padroni dei concetti, smettendo d’essere schivai delle mode.
La cellula del corpo umano

lunedì 17 settembre 2018

La corsa? Non è solo fitness, è anche filosofia. Intervista a Gaia De Pascale di Massimo Rota.

Intervista a Gaia De Pascale che nel suo libro “Correre è una filosofia” ripercorre vicende, personaggi, storie reali e immaginarie per giungere alla conclusione che la corsa è “un modo di stare al mondo”

Cos’hanno in comune Forrest Gump, Pinocchio, Murakami Haruki, le donne spartane e  i rivoluzionari giacobini? Corrono. Ce lo racconta Gaia De Pascale nel suo affascinante saggio Correre è una filosofia (Ponte alle Grazie) che incrocia vicende reali, storie immaginarie, riferimenti letterari, musicali, sportivi e cinematografici in modo lieve e gustoso. Sinonimo di libertà, la corsa è un modo per sognare, una maniera per mettersi alla prova: “riconquista del corpo, risposta a un richiamo atavico.

sabato 15 settembre 2018

Obesità e Disfunzioni Sessuali. Scritto dalla Dott.ssa Chiara Cevoli.

Cosa comporta l’essere obeso sulla sfera sessuale nell’uomo e nella donna

Purtroppo oggi l’obesità è una condizione ritenuta quasi “normale”, che rappresenta un problema di salute pubblica mondiale. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) descrive l’obesità come uno dei più visibili, ma trascurati, problemi di salute pubblica che minaccia ormai tutto il mondo. Si stima, ad oggi, che 1,1 miliardo di persone sia sovrappeso, di cui 312 milioni obesi: per la prima volta il numero di persone in sovrappeso eguaglia quello delle persone sottopeso (sicuramente un primato di cui non andare per nulla fieri). Tra le numerose conseguenze dell’obesità abbiamo un aumentato rischio per: malattie cardiovascolari, diabete, dislipidemie, ipertensione, etc.

giovedì 13 settembre 2018

Come si allenano i top runner. Tratto da RunLovers

Vi siete mai chiesti come fanno i top runners a correre così veloci? Una maratona in poco più di due ore, il che significa correre per 42 km a più di 20 km/h. Genetica, certamente, ma anche e soprattutto tanto allenamento. Ma che significa tanto allenamento ? Vediamo l’esempio di due tra i più grandi maratoneti della storia: Haile Gebrselassie e Geoffrey Mutai

Haile Gebrselassie

La preparazione tipo di un atleta del calibro di Gebrselassie prevede un kilometraggio settimanale di circa 220 km. Il che significa un totale mensile che sfiora i 900 km.
Tutti questi km vengono distribuiti all’interno di 13 sedute settimanali. Due al giorno tranne la Domenica che, essendo giorno di riposo, prevede una sola seduta.
Le sedute più lunghe sono di tre ore ad un passo lento. Si fa per dire, visto che la corsa lenta di Gebrselassie è di 3’45 al km!

mercoledì 12 settembre 2018

Melograno: fai il pieno di antiossidanti naturali. Scritto da Francesca Biagioli.

Già Ippocrate decantava le virtù e i benefici del melograno, un frutto autunnale dalle eccezionali caratteristiche, da sempre simbolo di abbondanza e fertilità! Il padre della medicina lo consigliava ad esempio contro la febbre e in generale come coadiuvante per il trattamento di diverse malattie. Ma quali sono le caratteristiche che rendono così speciale il melograno?

giovedì 6 settembre 2018

Come rigenerare i muscoli dopo la maratona. Scritto da Salvatore Pisana su "Running Italia".

I muscoli degli arti inferiori del maratoneta sono sottoposti a stress di varia natura che determinano danni alla loro struttura, ma al tempo stesso fanno sì che nel muscolo si determinino quegli adattamenti che sono alla base di ogni processo di allenamento.
Si parla così di un processo di catabolismo che viene accompagnato da un successivo processo di anabolismo.

mercoledì 5 settembre 2018

Il lato oscuro della farina raffinata. Tratto da "Altra Informazione".

Il “cibo killer” che vediamo oggi, se non hai mai sentito parlare di alimentazione naturale potrebbe davvero sorprenderti, ed è probabile che vada ad intaccare delle convinzioni profonde sul cibo che ci portiamo dietro dalla nascita, e che la nostra tradizione italiana non ci aiuta di certo a smussare.
.
LA SCONVOLGENTE VERITA’ SULLA RAFFINAZIONE DELLA FARINA BIANCA
.
LA FARINA BIANCA RAFFINATA
.
Per farina bianca raffinata intendo la farina che abitualmente è presente sulle nostre tavole sotto forma di pane, pasta e dolci.
.

martedì 28 agosto 2018

7 cibi bianchi che sarebbe meglio eliminare dalla dieta. Scritto da Francesca Biagioli.

cibi bianchi evitare
Ormai sappiamo quanto è importante mangiare sano per stare in salute dato che gli alimenti che assumiamo vanno a nutrire tutte le cellule del nostro corpo e permettono ai complessi meccanismi del nostro organismo di funzionare al meglio tenendo lontane le malattie.

sabato 25 agosto 2018

35 milioni di morti l'anno! Sigarette? Droga? No, zucchero bianco!! Scritto da Giuseppe Pensieri.

Lo zucchero raffinato è tra i maggiori imputati dell’insorgere di quelle che vengono definite come malattie del benessere: diabete, obesità, problemi legati al metabolismo, ipertensione, danni a livello del fegato. Secondo studi recenti lo zucchero raffinato sarebbe da considerare tra le cause che ogni anno provocano la morte di 35 milioni di persone, con particolare riferimento al diabete ed alle malattie cardiocircolatorie.

martedì 21 agosto 2018

Allena la tecnica di corsa. Scritto dal Prof. Ignazio Antonacci su "Running Zen".

alt
In questo periodo estivo visto e considerato che il caldo condiziona gli allenamenti si può sfruttare il tempo a disposizione per migliorare un aspetto importante della corsa e cioè la nostra tecnica di corsa, analizzandola passo dopo passo e movimento dopo movimento. Come abbiamo visto diverse volte per correre veloce non è solo importante avere un’ottima condizione organica generale e specifica che raggiungiamo dopo un periodo di preparazione organica mirato e programmata, ma anche e soprattutto da una efficacia tecnica di corsa. 

martedì 14 agosto 2018

I grassi ed i carboidrati vanno mangiati assieme? Tratto da "Project inVictus".

Esistono infinite strategie per dimagrire e migliorare la composizione corporea. Nel corso del tempo diverse diete hanno provato a dare chiavi di lettura differenti.
Inizialmente la dieta dissociata ti faceva mangiare carboidrati a mezzogiorno e proteine-grassi la sera.
Poi è arrivata la dieta a Zona che ha ribaltato sia il numero dei pasti, dai canonici 3 ai 5-6, ed ha mescolato in proporzione tutti i macronutrienti (40-30-30).

sabato 11 agosto 2018

Vita più facile in cucina, per mangiare meglio e vivere in salute. Scritto da Sara Campolonghi.

utensili-cucina
La cucina è il regno dove le mate­rie prime si tra­sfor­mano e diven­tano ciò che man­giamo. E ciò che man­giamo diventa poi ciò che siamo!
Ma spesso tra­scu­riamo que­sto impor­tante momento della nostra vita quo­ti­diana per il poco tempo a dispo­si­zione, le incom­benze e gli impe­gni, la stan­chezza, por­tan­doci sem­pre più a sce­gliere cibi pronti, con­ser­vati, a man­giare velo­ce­mente, senza masti­care, com­pro­met­tendo però così poco alla volta la nostra salute.

domenica 5 agosto 2018

I 15 luoghi più belli del mondo secondo Lonely Planet. Scritto da Marta Albè.

lonely planet beautiful world
Un giro del mondo attraverso le immagini dei luoghi più belli del nostro Pianeta. Ecco la proposta di Lonely Planet, che ha dedicato un libro fotografico - molto di più di una semplice guida illustrata - alle meraviglie della Terra. Il volume porta il titolo di Lonely Planet's Beautiful World.

sabato 4 agosto 2018

Antibiotici: quando si, quando no. Tratto da "Staibene".

Gli antibiotici sono spesso la prima soluzione che viene in mente per risolvere una normale influenza, un ascesso o perfino un banale mal di gola. Troppo spesso: secondo la Società europea di terapia intensiva, gli italiani ricorrono agli antibiotici per fronteggiare una normale influenza in un caso su due. E ancora: L’Italia è il paese europeo con il più alto consumo di antibiotici. E secondo i dati del rapporto Osmed 2010 curato dall’Istituto Superiore di Sanità, gli antibiotici sono tra i farmaci più usati dagli italiani: 8 bambini su 10 ricevono nel corso dell´anno almeno una prescrizione di antibiotici.

sabato 28 luglio 2018

Frutta Secca: quale, quanta e perché. Scritto da Maurizio Pezzutti.

Quello che c’è d’essenziale da sapere sulla frutta secca. Cosa, quanto e quando mangiarla. Cosa contengono, di cosa bisogna fare attenzione e che benefici apporta. Tutto quello che volevate sapere sulla frutta secca in questo articolo.

Del Dr Maurizio Pezzutti
Spesso alcuni nutrizionisti, prescrivendo diete, escludono alcune categorie di alimenti. Soprattutto se si tratta di diete per la perdita di peso. Eliminare i cibi più “calorici” (e spiegheremo il perchè delle virgolette tra poco) è un rapido metodo per tagliare l’apporto calorico totale, quindi creare quel deficit tra introito e dispendio di energie utile per la perdita di peso. Il dispendio è direttamente correlato ad alcuni fattori:

venerdì 27 luglio 2018

Alimenti a basso indice glicemico: quali sono? Scritto da Gianluca Rini.

alimenti a basso indice glicemico

Conoscere quali sono gli alimenti a basso indice glicemico è molto importante per prestare attenzione al nostro benessere. L’indice glicemico consiste nella capacità dei carboidrati di aumentare il livello di glucosio nel sangue. In linea di massima, sarebbe essenziale scegliere di consumare prodotti integrali, messi a punto con farine non raffinate. In questa maniera si può evitare che la glicemia aumenti eccessivamente, con la possibilità di danneggiare il pancreas, di rallentare il metabolismo e di fare incorrere nel sovrappeso. Vi forniamo quindi un elenco di cibi a basso indice glicemico, per sapervi regolare ed evitare le conseguenze del diabete.

giovedì 26 luglio 2018

Alimentazione moderna e carenza di proteine. Scritto da Gianpaolo Usai e tratto dal blog "Chef in Bikini" di Roby B.

Gianpaolo Usai.
Tutto il corpo è un plastico fatto di proteine. Se mancano le proteine nell'organismo esso si sgretola malamente. Hanno principalmente una funzione plastica, ciò vuole dire che costituiscono i mattoni di cui è formato il nostro corpo. Le proteine si trovano sia negli alimenti animali che in quelli vegetali.
L’assunzione delle proteine è importante, perché il nostro corpo non ha la capacità di immagazzinarle, se l’organismo ha bisogno di energia, va ad intaccare le riserve di zuccheri o di grassi, mentre se c’è bisogno di proteine, il sistema va ad intaccare le proteine strutturali, cioè quelle proteine che costituiscono per esempio il muscolo e questo non deve avvenire. Questo fattore è ancora più importante quando si parla di soggetti in via di accrescimento e sviluppo come i bambini e gli adolescenti.

lunedì 23 luglio 2018

10 consigli per una buona alimentazione. Scritto da Mauri su ESM.

I gesti quotidiani sono permeati di abitudini e modi di fare che abbiamo acquisito per emulazione, ma che tendiamo a non migliorare nonostante ci siano buonissimi motivi per farlo.
Partiamo dal presupposto che ognuno di noi è diverso.
Il modo di alimentarsi e il metabolismo sono l’insieme di processi differenti per ognuno di noi (come tutto quello che riguarda il nostro corpo), quindi esistono linee guida generali adatte a soggetti sani e in normali condizioni fisiche. Tenete sempre presente che tutto va filtrato e riportato alle condizioni particolari di ognuno di noi e al minimo dubbio vanno chiamati in causa medici e specialisti che analizzino personalmente il nostro caso.

buona alimentazione meme cena orson welles

sabato 21 luglio 2018

Esempio Dieta per aumentare la Massa Muscolare. A cura del Dr. Riccardo Borgacci e pubblicato su "My-personaltrainer".

Esempio Dieta per aumentare la Massa Muscolare

Premessa

Le seguenti indicazioni hanno scopo ESCLUSIVAMENTE informativo e non intendono sostituire il parere di figure professionali come medico, nutrizionista o dietista, il cui intervento si rende necessario per la prescrizione e la composizione di terapie alimentari PERSONALIZZATE.

Dieta per la massa

NBLa dieta per aumentare la massa muscolare non è descritta o analizzata da alcun organo di competenza in ambito dietetico o nutrizionale, pertanto la sua composizione e la sua organizzazione possono risultare estremamente eterogenee in base al criterio lavorativo del professionista che la stila. I principi sui quali viene organizzata una dieta per la massa possono essere molti e di seguito verranno esposti quelli che PERSONALMENTE reputo più importanti.

mercoledì 18 luglio 2018

Una sigaretta inquina più di un’automobile. Scritto da Agnese Tondelli.

fumo_inquinante
Una sigaretta inquina di più di un’automobile, è quello che emerge dagli studi resi pubblici  dall’Istituto dei Tumori di Milano relativamente agli effetti inquinanti prodotti dal fumo.
Fumare una sigaretta in uno spazio chiuso, come ad esempio in auto, produce polveri sottili (Pm 2,5) per oltre 400 microgrammi al metro cubo: una quantità trenta volte superiore ai limiti di legge.
E all’aria aperta le cose non migliorano poi molto: un fumatore produce una quantità di carbonio organico che supera di 40 volte la media rilevata a pochi metri di distanza. Il fumo passivo, quindi, è una delle principali fonti “intossicanti” dei nostri polmoni.

martedì 17 luglio 2018

I 7 elementi che mettono il turbo alla dieta. Tratto da "Staibene".

Ecco i nutrienti indispensabili per dimagrire presto e bene
Una dieta, per valere la pena di tanta fatica, deve funzionare per davvero. Deve far dimagrire senza creare problemi alla salute. E per quanto possa sembrare scontato, non tutte le diete sono così efficaci come promettono.
Come fare per assicurarsi che una dieta funzioni sul serio? Verificate che il regime alimentare che avete deciso di seguire per dimagrire, preveda 7 nutrienti indispensabili. Quali sono questi "magnifici 7"? Scopriamoli insieme.

venerdì 13 luglio 2018

La dieta dolce che mette a rischio il colon. Scritto da Donatella Barus su "Fondazione U. Veronesi".

Crescono le prove di un legame fra un consumo eccessivo di zuccheri e la probabilità di sviluppare un tumore colorettale. Aumentano i consumi, in Italia superati i 29 kg l’anno procapite.

Dato il peso che cibi e bevande dolci hanno nella dieta dei paesi occidentali, la questione è di non poco rilievo, hanno sottolineato gli autori sulle pagine dello European Journal of Cancer Prevention.Ha fatto discutere alcune settimane fa la pubblicazione di un’indagine dell’università di Edimburgo su 4.800 persone. Il rischio di sviluppare un cancro colorettale è risultato legato, oltre alla familiarità, all’introito calorico e al consumo di diversi alimenti, fra cui snack calorici, succhi di frutta, bevande zuccherate.

mercoledì 11 luglio 2018

Giocare d'anticipo. Scritto da Orlando Pizzolato (Aprile 2012).

Era una tiepida serata di maggio in un paese dell’entroterra veneziano, con luci e suoni ad esaltare un’atmosfera da sagra, infastidita solo dal primo brulicare di zanzare per fortuna ancora poco aggressive, forse scoraggiate dall’odore di olio canforato sparso sui muscoli. 
Belle queste corse da paese perché la gente raggruppata ai bordi del percorso ti stimola e si esalta, come se mentre applaude pensasse alla meraviglia dei fuochi d’artificio o alla soddisfazione di aver vinto un pesce rosso. E quella gente me la vedevo sfilare velocemente di lato, tanto velocemente perché lì davanti a me avevo solo che qualche decina di metri da percorrere, a testa bassa, quasi al massimo impegno per irrompere da vincente sul traguardo. Gli applausi, le grida e le musiche delle giostre esaltavano la mia soddisfazione, ed ampliavano la soddisfazione dal vedermi ormai vincitore con uno sforzo tutto sommato marginale. Bè, avevo sorprendentemente distaccato i miei avversari senza che avessi profuso il massimo impegno e senza una loro reazione agguerrita. Una situazione che mi appariva un po’ strana. Com’era strano quel suono di campanella che percepivo nel marasma di suoni, confondibile con i rapidi rintocchi che annunciano l’inizio della messa, oppure lo scampanellio dell’ultimo giro delle giostre oppure…

martedì 10 luglio 2018

Il malassorbimento. Tratto da "My personaltrainer".

Malassorbimento
Si parla di malassorbimento per indicare il passaggio deficitario di uno o più prodotti della digestione dal tratto gastrointestinale al sangue.
Il malassorbimento, spesso associato a maldigestione, può essere:
selettivo (relativo ad un solo nutriente, come nell'intolleranza al lattosio);
parziale (relativo ad una parte più o meno ampia di nutrienti, come nell'a-Beta-lipoproteinemia (rara malattia ereditaria che interferisce con il normale assorbimento dei lipidi);
totale (tipico del morbo celiaco e delle altre malattie o condizioni che danneggiano la mucosa dell'intestino tenue).

lunedì 9 luglio 2018

L’irisina, l’ormone che rafforza la memoria e il ragionamento. Tratto da "La Pagina".

La scoperta è dovuta al dottor Bruce Spiegelman, capo ricercatore presso il Dipartimento di Biologia cellulare della Harvard Medical School che ha sede in Boston
Fare movimento, anche moderatamente, si sa, aiuta non solo a stare bene fisicamente, ma anche a potenziare la capacità di memoria e di ragionamento. Lo si è sempre saputo, fin dall’antichità. Ora però c’è anche la spiegazione scientifica e la scoperta è dovuta al dottor Bruce Spiegelman, capo ricercatore presso il Dipartimento di Biologia cellulare della Harvard Medical School che ha sede in Boston, Usa. La scoperta non è solo valida in sé, ma potrà avere ulteriori, interessanti sviluppi per quanto riguarda, ad esempio, la cura di malattie come l’Alzheimer.

venerdì 6 luglio 2018

Rinforzo Glutei - FASE III. Scritto da Samuele Graffiedi.

Knee pain
Quello che descrivo di seguito è una situazione che capita molto di frequente tra gli sportivi. Supponiamo che correndo vi sia venuto dolore a un ginocchio (ma potrebbe essere la caviglia, o la tibia, o l'anca, o la schiena). State fermi per qualche tempo e il dolore passa, ma, appena riprendete, eccolo che torna di nuovo. Magari fate qualche esame diagnostico, come una risonanza magnetica nucleare, che evidenzia qualche usura qua e la. E’ importante sapere che nella risonanza di un soggetto attivo, anche senza dolore, si trovano normalmente molte “usure”, le più comuni delle quali, nel caso particolare del ginocchio,  riguardano la cartilagine della rotula, del femore e del menisco mediale, ma anche infiammazioni minori e transitorie, come nella sindrome della bandelletta ileo-tibiale.

martedì 3 luglio 2018

Curare il mal di testa con l'alimentazione. Scritto da Giusy Ocello e pubblicato su "Ambiente Bio".

Le cause che portano ad avere il mal di testa sono veramente tantissime. Possono essere legate al cibo, agli ormoni, ai problemi cervicali, allo stile di vita. Chi ne soffre, avverte forti disagi, tanti e tali che, in alcuni casi, compromettono le normali attività quotidiane.
Abbiamo già descritto alcuni rimedi naturali per calmare il mal di testa, oggi, invece, parliamo di come combatterlo attraverso l’alimentazione.
L’alimentazione in questi casi è molto importante, proprio perché è una delle cause alla base di questo disturbo. Ecco perché, per stare bene, è necessario innanzitutto mangiare bene. Vediamo come.

domenica 1 luglio 2018

Una buona postura può aiutare a invecchiare meglio. Scritto da Filippo Ongaro.

Il controllo della posture per invecchiare in salute
Mol­tis­simi esperti anti-aging cre­dono che la postura può essere, in alcuni casi, un indi­ca­tore di come si invec­chia. Essi sug­ge­ri­scono agli anziani in par­ti­co­lare, di essere più con­sa­pe­voli della loro postura, per even­tual­mente cor­reg­gersi e trarne dei bene­fici gene­rali in ter­mini di salute.
La postura influenza tutto ciò che fac­ciamo. Vogliamo istruire le per­sone e inse­gnar­gli a muo­versi con mag­giore sim­me­tria ed equi­li­brio,” dice il Dott. Ste­ven Wei­ni­ger, un chi­ro­pra­tico di Atlanta ed esperto di postura che lavora con gli anziani.

giovedì 28 giugno 2018

Sonnolenza dopo pranzo? Fai attenzione al carico glicemico! Scritto da Alessandro Gandini.

Articolo di Alessandro Gandini: un trucco per superare la stanchezza fisica, uno dei disturbi più diffusi nella società moderna

*******
Il classico “abbiocco” dopo pranzo è un problema che colpisce molte persone, ma non è affatto naturale. Sebbene l’organismo spenda molta energia per la digestione (infatti è altamente sconsigliato interferire con i processi digestivi facendo attività fisica o intellettuale), questa dovrebbe avvenire quasi “silenziosamente” e dovrebbe lasciarci un senso di appagamento, non certo di sonnolenza.

mercoledì 27 giugno 2018

Le vitamine anti obesità. Scritto dal Dott. Pier Luigi Rossi.

Dott. Pier Luigi Rossi.
Concentrati sul calcolo giornaliero delle calorie abbiamo dimenticato che all’interno delle nostre cellule sono presenti e attivi sistemi biologici, naturali, enzimatici in grado di reagire alla attuale pressione obesiogena. In natura non esiste un animale obeso, perché riescono a bloccare la obesità cellulare grazie ai loro enzimi, molecole attive sul metabolismo cellulare.
Il gatto ingrassa più del cane quando convive con noi umani.

ENZIMI VITALI
Gli enzimi sono proteine generata dal DNA cellulare. Se gli enzimi non vengono prodotte dal DNA cellulare si ha una attività metabolica compromessa. Gli enzimi permettono il passaggio biochimico di una molecola alimentare ad energia, a struttura costituente il nostro corpo. Senza o con carenza di enzimi le cellule rallentano la loro attività energetica e metabolica e vanno crisi. 

lunedì 25 giugno 2018

Rinforzo glutei - FASE II. Scritto da Samuele Graffiedi.

Abbiamo visto in un articolo precedente la Fase 1 del rinforzo dei muscoli dell’anca/bacino, che ricordo essere la fase “di protezione”, in cui c’è dolore in carico oppure in caso di importante debolezza dei glutei . In caso d’infortunio legato a queste problematiche è comunque consigliabile partire dai semplici esercizi in scarico in modo da costruire delle fondamenta forti su cui costruire la stabilità una volta in piedi. Successivamente è importante utilizzare movimenti di rinforzo effettuati in posizioni che simulino di più le attività quotidiane, come camminare e correre: sono i cosiddetti esercizi funzionali, in cui utilizziamo il corpo in un modo più simile alla sua vera “funzione”, cioè farci muovere.

venerdì 22 giugno 2018

Gli steroli vegetali. Tratto da "My-personaltrainer".

Steroli vegetali
I fitosteroli sono steroli vegetali presenti nella frazione non saponificabile degli oli vegetali e, in misura inferiore, in tutti gli alimenti di origine vegetale, specie se ricchi di grassi. Strutturalmente i fitosteroli sono simili al colesterolo, sebbene quest'ultimo non sia presente nelle piante. Non sono sintetizzati negli esseri umani ma vengono introdotti esclusivamente con la dieta. L'apporto tipico di steroli vegetali varia approssimativamente da 200 a 400 mg/die ed è più elevato nei vegetariani.

Steroli vegetaliStudi scientifici hanno dimostrato che assumendo con costanza due grammi di steroli vegetali al giorno, per tre settimane, è mediamente possibile ridurre il colesterolo "cattivo" dell'8-10%. Il consumo di cibi contenenti steroli di origine vegetale ha quindi un effetto protettivo sulle malattie cardiovascolari su base aterosclerotica (come ictus ed infarto).

venerdì 15 giugno 2018

L'importanza della massima velocità aerobica nell'allenamento del podista e come migliorarla. Scritto da Salvatore Pisana.

La massima velocità aerobica (MVA) è, per definizione, la velocità a partire dalla quale un essere umano raggiunge la soglia del massimo consumo di ossigeno. Al di sotto di questa soglia la maggior parte dell’energia necessaria allo sforzo proviene dalla respirazione aerobica. Al di sopra il consumo di ossigeno resta costante e la potenza supplementare viene fornita dalla formazione di acido lattico.
Il valore della massima velocità di soglia permette di comprendere le capacità aerobiche di un atleta e di adattare l’allenamento alle reali attitudini che l’atleta stesso possiede.
Un test molto diffuso per il calcolo della MVA (basato sugli studi di Billat) è il test dei sei minuti. Secondo questo test, la MVA (che si misura in km/h) corrisponde alla velocità media tenuta dall’atleta durante una corsa della durata di sei minuti.

giovedì 7 giugno 2018

Il Finocchio: un ortaggio povero di calorie ma ricco di proprietà. Scritto da Mario Di Coste.

finocchio-verdura-proprietà
Il finocchio è una pianta ortaggio o pianta erbacea molto comune nella cucina mediterranea e frequentemente consumata dagli italiani per le sue grandi proprietà: povero di calorie, ricco di vitamine e sali minerali aiuta a migliorare la digestione e a combattere l’aerofagia, inoltre nelle donne permette di combattere i sintomi della menopausa.