mercoledì 30 novembre 2016

A intermittenza. Scritto da Orlando Pizzolato (Novembre 2011).

Gli allenamenti intervallati che sostenevo da giovane podista erano piuttosto semplici: percorrere frazioni di un centinaio di metri. Non era uno sforzo rilevante, tanto che spesso sostenevo più prove rispetto a quelle che l’allenatore mi assegnava. Era davvero semplice passare da 20 a 30 ripetizioni, e tutto sommato anche spingermi fino ai 50. Ma non solo: con il mio compagno di allenamenti (Fulvio Costa, forte mezzofondista e dotato di elevato potenziale, ma scomparso prematuramente) abbiamo fatto il grande balzo in un paio di occasioni, arrivando a … 100. La parte difficile, com’è facile intuire, era il conteggio delle prove, ma suddividendoci tra pari e dispari, tenere il conto era tutto sommato semplice, Nel dubbio si arrivava comunque a 2-4 prove in più!
Una seduta con 100 allunghi da 100 metri può essere considerata un allenamento di velocità o di resistenza? Entrambe le situazioni ovviamente. Percorrere cento metri al passo di una gara di cinque chilometri sollecita la potenza aerobica, e per sostenere tante prove ci vuole una buona tenuta perché si arriva a circa 25 chilometri. Senza trascurare ovviamente l’aspetto psicologico; ma da ragazzi di cose strane se ne fanno tante, vuoi per l’entusiasmo, vuoi per l’incoscienza, ma specialmente perché le energie sono sempre tante.

I 7 elementi che mettono il turbo alla dieta. Tratto da "Staibene".

Ecco i nutrienti indispensabili per dimagrire presto e bene
Una dieta, per valere la pena di tanta fatica, deve funzionare per davvero. Deve far dimagrire senza creare problemi alla salute. E per quanto possa sembrare scontato, non tutte le diete sono così efficaci come promettono.
Come fare per assicurarsi che una dieta funzioni sul serio? Verificate che il regime alimentare che avete deciso di seguire per dimagrire, preveda 7 nutrienti indispensabili. Quali sono questi "magnifici 7"? Scopriamoli insieme.

martedì 29 novembre 2016

Metabolismo, come accelerarlo. Scritto da Mabel Bocchi su "www.Gazzetta.it".

A parità di dieta, età e sesso ci sono persone che dimagriscono con una certa facilità e altre che per smaltire solo pochi etti devono sudare le fatidiche sette camice. Tutta questione di metabolismo. C’è chi lo eredita veloce e brucia a tutto andare e c’è chi se lo ritrova lento e quindi trasforma il cibo ingerito in energia con maggiore difficoltà. Ma non tutti i mali vengono per nuocere …

L’irisina, l’ormone che rafforza la memoria e il ragionamento. Tratto da "La Pagina".

La scoperta è dovuta al dottor Bruce Spiegelman, capo ricercatore presso il Dipartimento di Biologia cellulare della Harvard Medical School che ha sede in Boston
Fare movimento, anche moderatamente, si sa, aiuta non solo a stare bene fisicamente, ma anche a potenziare la capacità di memoria e di ragionamento. Lo si è sempre saputo, fin dall’antichità. Ora però c’è anche la spiegazione scientifica e la scoperta è dovuta al dottor Bruce Spiegelman, capo ricercatore presso il Dipartimento di Biologia cellulare della Harvard Medical School che ha sede in Boston, Usa. La scoperta non è solo valida in sé, ma potrà avere ulteriori, interessanti sviluppi per quanto riguarda, ad esempio, la cura di malattie come l’Alzheimer.

lunedì 28 novembre 2016

Allenamento settimana dal 28-11 al 04-12-16.

Lunedì, 28-11-16. Colle San Michele, ore 07,30. Partenza da casa sino al Colle (1,2 km). 3 giri completi attorno al Colle (5 km) e rientro a casa. Totale 8 km.
Martedì, 29-11-16. Campo Coni, ore 07,00. Riscaldamento 15' più 30' di andature. Il lavoro di oggi consiste nel fare, in compagnia di Mario Cao, 4 x 1000 mt con recupero 2'40". Tempo medio impiegato nei 1000 3'31" (1° 3'30"; 2° 3'32"; 3° 3'30"; 4° 3'31"). Più defaticante 1 km e 15' di stretching. Totale km 7.

Calcio e intolleranza al lattosio. Tratto da "Benessere".

intollerante-al-lattosio3.gpgMolte persone sono intolleranti al lattosio, per queste persone garantirsi una fonte sicura e adeguata giornaliera di Calcio non è semplice, in più deve essere equilibrato con la Vitamina D per essere utilizzato dall’organismo al meglio, infatti aiuta a fissarlo nelle ossa. Inoltre latte e latticini contengono anche molti grassi.
mal di testa

Psicologia. Chi fa sport aumenta la propria forza di volontà e la propria autostima. Scritto da Matteo Simone.

Matteo Simone.
ROMA -  Chi fa sport aumenta la propria forza di volontà e aumenta la propria autostima , si diventa più forti mentalmente non solo fisicamente.
L’attività fisica tesa al benessere fisico e sociale, non solo quale sport per raggiungere prestazioni eccellenti, non solo sport come performance ma anche come promozione della salute, prevenzione ed aggregazione sociale.

domenica 27 novembre 2016

Quando ingrassiamo? Tratto da "Project Invictus".

Quando c’è una meta anche il deserto diventa strada.” PROVERBIO TIBETANO
Quando ingrassiamo? La risposta è semplice, quando mangiamo.
Cerchiamo, tuttavia, di capire, in modo chiaro, come funziona il tutto, come gli adipociti, pasto dopo pasto si riempiono.
In questo contesto abbiamo diversi attori: i macronutrienti, le calorie, gli ormoni, le membrane plasmatiche, le scorte glucidiche ed i mitocondri. Insomma la questione è lunga,  mettetevi comodi perchè val la pena leggere tutto, per capire perchè non dimagrisco.

Curare il mal di testa con l'alimentazione. Scritto da Giusy Ocello e pubblicato su "Ambiente Bio".

Le cause che portano ad avere il mal di testa sono veramente tantissime. Possono essere legate al cibo, agli ormoni, ai problemi cervicali, allo stile di vita. Chi ne soffre, avverte forti disagi, tanti e tali che, in alcuni casi, compromettono le normali attività quotidiane.
Abbiamo già descritto alcuni rimedi naturali per calmare il mal di testa, oggi, invece, parliamo di come combatterlo attraverso l’alimentazione.
L’alimentazione in questi casi è molto importante, proprio perché è una delle cause alla base di questo disturbo. Ecco perché, per stare bene, è necessario innanzitutto mangiare bene. Vediamo come.

venerdì 25 novembre 2016

Sonnolenza dopo pranzo? Fai attenzione al carico glicemico! Scritto da Alessandro Gandini.

sonnolenza: attenzione al carico glicemico!Articolo di Alessandro Gandini: un trucco per superare la stanchezza fisica, uno dei disturbi più diffusi nella società moderna



*******
Il classico “abbiocco” dopo pranzo è un problema che colpisce molte persone, ma non è affatto naturale. Sebbene l’organismo spenda molta energia per la digestione (infatti è altamente sconsigliato interferire con i processi digestivi facendo attività fisica o intellettuale), questa dovrebbe avvenire quasi “silenziosamente” e dovrebbe lasciarci un senso di appagamento, non certo di sonnolenza.

giovedì 24 novembre 2016

I 10 alberi più longevi del mondo. Scritto da Marta Albè.

Non si tratta di una classifica vera e propria, ma di un omaggio agli alberi più longevi del mondo. Ecco un insieme di esemplari che da secoli, anzi da millenni, resistono sul nostro Pianeta, nonostante la deforestazione, gli interventi dell'uomo e le condizioni climatiche avverse.
Scopriteli uno per uno. Gli alberi più antichi si trovano in tutto il pianeta,anche in Italia.

IL METABOLISMO: cos’è, da cosa dipende, come misurarlo. Tratto da "Saicosamangi".

CHE COS’E’.
Il metabolismo basale (MB) è la quantità di energia richiesta dal nostro corpo per mantenerci in vita, a riposo e a digiuno. Servono energie per far circolare il sangue, per respirare, per mantenere la temperatura, per l’attività nervosa… e quella muscolare. Si, perchè anche a riposo i muscoli continuano a consumare energia, inoltre esistono due muscoli che lavorano costantemente, senza che ce ne accorgiamo: il diaframma, che ci permette di respirare, e il cuore.

mercoledì 23 novembre 2016

Allunghi, variazioni di ritmo e progressioni: tre strumenti per migliorarsi nella corsa. Scritto da Salvatore Pisana.

Tante persone praticano la corsa, ognuno spinto da motivazioni diverse: alcuni corrono per tenersi in forma, altri per perdere il peso in eccesso. Si inizia dedicando alla corsa solo un po’ di tempo ogni tanto, dapprima con una certa fatica e disagio fisico. Dopo qualche settimana il proprio corpo si adatta agli stimoli e la durata dell’allenamento progressivamente aumenta. A questo punto subentra il piacere fisico e mentale che la corsa determina grazie alla produzione delle endorfine e il disagio e la fatica lasciano spazio alla voglia di correre di più e più velocemente. I miglioramenti fisici che si manifestano dopo il primo periodo di adattamento inducono a sostenere un maggior impegno per il piacere che deriva dal sentirsi fisicamente efficienti. Si è così contagiati dal virus della corsa che l’ambizione di correre sempre più veloce aumenta!

Il Finocchio: un ortaggio povero di calorie ma ricco di proprietà. Scritto da Mario Di Coste.

finocchio-verdura-proprietà
Il finocchio è una pianta ortaggio o pianta erbacea molto comune nella cucina mediterranea e frequentemente consumata dagli italiani per le sue grandi proprietà: povero di calorie, ricco di vitamine e sali minerali aiuta a migliorare la digestione e a combattere l’aerofagia, inoltre nelle donne permette di combattere i sintomi della menopausa.

lunedì 21 novembre 2016

Allenamenti settimana dal 21-11 al 27-11-16.

Martedì, 22-11-16. Mulinu Becciu, ore 16,00. Allenamento nel circuito semi collinare di Mulinu Becciu lungo 1650 mt. Ho fatto 6 giri pari a 10 km. Partenza a 4'25" e arrivo a 3'57". 10 km in 43'16" a una media di 4'19" a km.

A tavola: dalla quantità alla qualità. Scritto dal Dott. Pier Luigi Rossi.

Dott. Pier Luigi Rossi.
I marchi di qualità alimentare (DOP, DOCG, IGP…filiera Km 0…) sono attuali o superati, garantiscono il produttore oppure il consumatore?
Ogni giorno ciascuno di noi mangia da 2 a 3 kg di cibo. Questo cibo è composto da molecole che entrano nel nostro intestino, lo attraversano tutto, arrivano alle nostre cellule e terminano sul nostro DNA cellulare, condizionandolo. Ogni giorno! La salute sta nel piatto quotidiano. Le tabelle nutrizionali conosciute possono risultare del tutto inattendibili e non veritiere perché la composizione nutrizionale degli alimenti subisce ampie oscillazioni in rapporto alle diverse modalità di coltivazione e di allevamento.

domenica 20 novembre 2016

Uta, 20-11-16. 20^ Maratonina di Uta (10 Km) – La gara perfetta. Scritto da Davide Mallus.

Davide Mallus.
“Sei tra i top runner, non devi deludermi”. Queste le parole del coach, ieri mattina, poco dopo il ritiro del pacco gara. Parole che sono risuonate in me come uno stimolo prezioso e che mi hanno accompagnato fino alla partenza di oggi e pure nel bel mezzo della gara.
Arrivo a Uta prima delle 8. La giornata è bellissima, tiepida e luminosa. Quest’anno ci sono una serie di novità interessanti. In primis, accanto alla maratonina c’è una gara da 10,5 km che per il sottoscritto è la soluzione migliore in previsione della mezza di Cagliari (prima e unica mezza maratona del 2016). Dopo la paperissima dello scorso anno, il percorso della 21Km è stato rivisitato (due giri e non tre): a quanto pare è fluido, veloce e ottimo per ricercare record personali. Inoltre la partenza è stata spostata più avanti, nella strada principale dove ci saranno le griglie in un lungo rettilineo.

Uta, 20-11-16. La mia gara di 10,6 km nella Maratonina di Uta. Scritto da Antonello Vargiu.

Immagine dopo la partenza. Foto Sonia Siddi.
Partecipare alla gara di Uta per me ha un certo fascino. Ho sempre fatto delle buone gare a Uta ma soprattutto ho conquistato il mio best nella mezza maratona ben 14 anni fa con il tempo di 1:15’48”. Sicuramente il clima è stato sempre molto favorevole così come il fatto di essere quasi perfettamente pianeggiante e correre in buona parte fuori dal centro abitato l’ha resa sempre molto appetibile per me. Stavolta ho deciso di correre non la mezza maratona ma la metà della mezza ossia 10,6 km. 
Altra immagine dopo la partenza.  Foto Arnaldo Aru.

sabato 19 novembre 2016

Quartucciu (CA), 19-11-16 ore 16.00. Pilates for Runners. Corso tenuto da Tatiana Scanu.


Evento dedicato esclusivamente ai Runners.
Obiettivo dell'allenamento è di lavorare sulle principali problematiche a cui vanno spesso incontro: fasciti plantari, tendiniti, fratture da stress e tanto altro.
Si andranno ad eseguire diversi test posturali, di equilibrio, di benessere del piede e della fascia plantare per poi lavorare sulla correzione di eventuali tensioni, con lo scopo di ridurre al massimo il rischio di infortunio.
Inoltre, attenzione particolare su un aspetto importantissimo per i Runners il “CORE” attraverso esercizi di conoscenza controllo e forza. “CORE” forte significa corsa fluida e controllata, il tutto porterà immediatamente a un miglioramento della performance con un risparmio energetico ottimale.
Il costo dell'evento è di 6 euro, la lezione durerà un'ora circa.
Si potrà partecipare solo con certificato medico da presentare alla segreteria (va bene anche quello per atletica leggera) prima dell'inizio della lezione.
E' consigliato l'utilizzo di un asciugamano e si lavorerà a piedi nudi senza calze.
Pantheon Club - via delle Serre, 10 - Quartucciu
Tatiana 3491377546
www.palestrapantheon.it

venerdì 18 novembre 2016

Grasso addominale, cosa lo provoca e quali sono gli integratori che lo riducono. Tratto da "Riza, Curarsi mangiando".

Il grasso viscerale o grasso addominale è quella parte di tessuto adiposo localizzata nella cavità addominale e che si distribuisce uniformemente tra gli organi interni e il tronco. Esistono altre due tipologie di grasso:
  • Grasso sottocutaneo. Si concentra essenzialmente nell’ipoderma, cioè nello strato più profondo della cute.
  • Grasso intramuscolare. Tende a distribuirsi tra le fibre muscolari.
addominaleIl grasso addominale produce in gran quantità TNF-alfa, un’adipochina che impedisce ad alcuni enzimi presenti nell’organismo di rilasciare ossido nitrico, un gas dalla potente azione vasodilatatoria (preventivo dell’aterosclerosi), che stimola il sistema immunitario e favorisce anche la formazione di cellule adipose brune.

giovedì 17 novembre 2016

10 potenti nutrienti che ci servono ogni giorno. Scritto dal Dr. Andrew Myers su HealthIsWealth.

melograno
Avete ogni giorno le sostanze nutritive necessarie per mantenere il corpo sano? Qui ci sono alcune informazioni su 10 Nutrienti che dovrebbero essere nella nostra alimentazione tutti i giorni.

martedì 15 novembre 2016

I padroni del cibo. Scritto da Pjmanc su "Il fattaccio.org".

MULTINAZIONALI
LA TERRA E’ UNO STRANO POSTO.Se la guardate con gli occhi di Raj Patel. Le persone in sovrappeso sono un miliardo, mentre 800 milioni sono quelle che soffrono la fame. Ogni anno le multinazionali del cibo mettono sul mercato 15-20 mila nuovi prodotti alimentari, ma nei paesi in via di sviluppo è in corso un’epidemia di suicidi tra gli agricoltori che vanno in rovina per via dei mercati globali.”Per ogni dollaro speso per promuovere alimenti naturali si spendono 500 dollari per pubblicizzare junk food”, spiega Patel.

Cagliari, 18-12-16. Giancarlo corre con noi. Programma gara.



lunedì 14 novembre 2016

Allenamento settimana dal 14-11 al 20-11-16.

Lunedì, 14-11-16. Mulinu Becciu, ore 16,30. Allenamento nel circuito da 1650 mt molto tranquillo. Ho fatto 6 giri pari a 10 km. I primi 3 km li ho fatti ad un passo lentissimo (media intorno a 5'30") mentre poi mi sono posizionato per circa 4 km ad un passo lento (circa 5' a km) mentre gli ultimi 3 km li ho fatti intorno a 4'30" a km. Totale 10 km in circa 50'.
Martedì, 15-11-16. Campo Coni, ore 07,00. Riscaldamento 10' più 30' di andature e esercizi vari. Il lavoro di oggi consiste nel fare 5 x 1000 con recupero 2'30". Media dei 1000 mt in 3'50". Più 5 x 100 mt e 10' di stretching. Totale 7 km.

Gli steroli vegetali. Tratto da "My-personaltrainer".

Steroli vegetali
I fitosteroli sono steroli vegetali presenti nella frazione non saponificabile degli oli vegetali e, in misura inferiore, in tutti gli alimenti di origine vegetale, specie se ricchi di grassi. Strutturalmente i fitosteroli sono simili al colesterolo, sebbene quest'ultimo non sia presente nelle piante. Non sono sintetizzati negli esseri umani ma vengono introdotti esclusivamente con la dieta. L'apporto tipico di steroli vegetali varia approssimativamente da 200 a 400 mg/die ed è più elevato nei vegetariani.

Steroli vegetaliStudi scientifici hanno dimostrato che assumendo con costanza due grammi di steroli vegetali al giorno, per tre settimane, è mediamente possibile ridurre il colesterolo "cattivo" dell'8-10%. Il consumo di cibi contenenti steroli di origine vegetale ha quindi un effetto protettivo sulle malattie cardiovascolari su base aterosclerotica (come ictus ed infarto).

domenica 13 novembre 2016

Cagliari, 13-11-16. 2^ Corri Molentargius . La nostra gara. Scritto da Davide Mallus.

Gli atleti della Cagliari Atletica Leggera nel post gara.
Ci siamo, è il nostro giorno. Al parco di Molentargius si corre la gara della ASD Cagliari Atletica Leggera! Lo scorso anno, causa infortunio, feci il volontario sul percorso, stavolta le condizioni fisiche sono buone e gareggerò cercando di dare una mano anche all'organizzazione.
Il quartier generale della manifestazione è il primo parchetto che si trova sulla sinistra dell’ingresso cagliaritano del parco.

Cagliari, 13-11-16. Programma gara "Corri Molentargius".

martedì 8 novembre 2016

I cibi che fanno male al cervello. Scritto da Giusy Ocello e pubblicato su "Ambiente Bio".

L’alimentazione è la prima cosa che dobbiamo curare per stare bene. Abbiamo visto più volte, ad esempio, come una serie di alimenti particolari, spezie o verdure, possano incidere positivamente sul nostro organismo, aiutando a combattere particolari problemi di salute.

lunedì 7 novembre 2016

Allenamento settimana dal 07-11 al 13-11-16.

Lunedì, 07-11-16. Mulinu Becciu, ore 07,30. Allenamento tra le vie Setzu e Binaghi a ritmo lento con leggera progressione finale. Totale km 6.
Martedì, 08-11-16. Mulinu Becciu, ore 18,00. Allenamento nel circuito da 1650 mt a Mulinu Becciu. Ho fatto in totale 6 giri pari a 10 km. Primi 2 km a passo lento (5'00" a km) per poi passare ad un ritmo da "Medio" per fare 8 km a una media di 4'20". Totale 10 km in 44'10".

mercoledì 2 novembre 2016

I benefici della spirulina e la rinite allergica. Scritto da Claudio Gallo.

In foto a spirulina prodotta da AlghItali.   Foto AlghItali.
(Introduzione tratta da Wikipedia)

La rinite allergica (indicata anche come raffreddore allergico o raffreddore da fieno) è una patologia infiammatoria acuta e ricorrente a carico della mucosa nasale secondaria a una reazione acquisita a un antigene esogeno (allergene).  La rinite allergica rappresenta l'affezione più comune a carico delle alte vie aeree e si ritiene che circa il 20% della popolazione sia affetta da questa patologia (di vario grado ed entità).[1]

Dimagrire in fretta nelle zone critiche. Scritto da Danilo Gobetto e pubblicato su "Essere sani".

Avere un corpo da favola è il sogno di tutti. Tuttavia a molti uomini e molte donne, per essere perfetti, basterebbe eliminare qualche chilo nei punti giusti, come addome, fianchi, glutei e gambe. Dimagrire in fretta nelle zone critiche non è una meta irraggiungibile. E' necessario soltanto tirare fuori il carattere e osservare alcune regole alimentari e di vita.

martedì 1 novembre 2016

Gare Fidal e Uisp a Novembre in Sardegna.

06-11-16. Mezza Maratona di Ozieri. Ozieri;
12-11-16. Pardu Nou Corre e Cammina. Siamaggiore;
13-11-16. 2^ Ediz. "Corri Molentargius" (Uisp). Cagliari;
13-11-16. Trofeo Sant'Andrea. Orani;
20-11-16. 20^ Ediz. Mezza Maratona di Uta. Uta;
27-11-16. 15^ Ediz. Maratonina del Goceano. Bultei;

La "ASD Cagliari Atletica Leggera" nel contesto delle società di atletica Fidal Sardegna (01-11-16).

Al secondo anno di vita la "ASD Cagliari Atletica Leggera" si è ormai posizionata come una delle più importanti società nel contesto dell'atletica isolana. Complessivamente gli atleti tesserati nella emergente società cagliaritana (al 01-11-16) sono ben oltre 300 di cui 248 atleti sono quelli tesserati Fidal mentre oltre 75 lo sono Uisp (un anno fa, al 01-11-15, si registravano oltre 200 atleti di cui 144 Fidal e circa 60 Uisp). Tra le 113 società tesserate Fidal, distribuite nell'isola, ecco la distribuzione per province: Cagliari 31 (l’anno scorso erano 33); Sassari 21 (22); Nuoro 12 (12); Oristano 12 (12); Carbonia-Iglesias 13 (12); Olbia-Tempio 12 (11); Medio Campidano 10 (10); Ogliastra 2 (2).

L'effetto degli steroidi? Dura almeno 10 anni. Scritto da Emanuela Di Pasqua.


Esiste un meccanismo di memoria cellulare che fa sì che gli steroidi siano capaci di allungare il loro effetto per ben dieci anni: lo ha scoperto uno studio norvegese il cui prossimo obiettivo sarà naturalmente quello di ripetere l’esperimento sull’uomo. In realtà era già nota una sorta di memoria muscolare, ma si riteneva che si riferisse esclusivamente a una capacità di ripresa muscolare maggiore da parte di una persona che si è allenata in gioventù, come se i suoi muscoli conservassero un’attitudine particolare e in età senile grazie a questa memoria fossero facilitati a riacquisire massa e tono.