giovedì 30 giugno 2016

Corsa, addominali e postura. Scritto dal Prof. Ignazio Antonacci (RunningZen).

Conoscendo i comportamenti e l’importanza che ne danno molti runners, molti di loro si chiederanno cosa centrano gli addominali con la corsa e la postura?
La risposta è : sono fondamentali, sia per la postura in genere, sia nella corsa, e sia come fattore estetico. Chi non hai invidiato quei fisici con le “tartarughe” ben evidenti? Quasi tutti! Vediamo di conoscerli meglio e come poterli sviluppare e utilizzare al massimo delle proprie potenzialità.
Funzioni ed anatomia dei muscoli addominali.

26 Frasi Zen che Ti Aiuteranno a Crescere. Tratto da "15zen.net".

“Tutto scorre, nulla rimane fermo.” – Eraclito
“Ogni persona deve scegliere se camminare nella luce dell’altruismo costruttivo o nelle tenebre dell’egoismo distruttivo.” –Martin Luther King, Jr.
“Domani sarò ciò che oggi ho scelto di essere.” – James Joyce

martedì 28 giugno 2016

Stretching: una questione di FORZA. Scritto da Andrea Biasci su Project Invictus.

Cosa centra lo stretching con la forza muscolare? Scopriamo in questo articolo come questi due aspetti siano strettamente collegati e si influenzino a vicenda. Forza e flessibilità sono due lati di una stessa medaglia.
Normalmente quando pensiamo ad una retrazione muscolare, ad un muscolo accorciato, ci concentriamo sempre sulla componente tissutale, sul connettivo, sull’epimisio retratto.
Negli ultimi 10 anni sempre più studi hanno dimostrato che la FASCIA
svolge un ruolo fondamentale nell’accorciamento delle catene muscolari.

Alimenti utili a combattere la ritenzione idrica. Scritto da Agnese Tondelli su "Ambiente Bio".

ritenzione idrica
Quello della ritenzione idrica è un problema molto diffuso che colpisce soprattutto le donne.
Il termine “ritenzione idrica” indica la tendenza del nostro organismo a trattenere liquidi soprattutto in alcune zone particolari, come addome cosce e glutei. All’origine del problema possono esserci diverse cause: da un semplice stiva di vita sbagliato, all’uso di alcuni farmaci, fino ad arrivare a gravi patologie responsabili di disfunzioni cardiache o renali. Per questo è sempre bene, prima di tutto, capire qual è il fattore scatenante.
Il rigonfiamento dei tessuti è uno dei segni principali che indica la presenza di ritenzione idrica. Assieme ai liquidi vengono trattenute nel nostro corpo anche numerose tossine che vanno ad alterare il metabolismo cellulare, già intaccato dal ridotto apporto di ossigeno e nutrienti.

lunedì 27 giugno 2016

Perché le allergie e le intolleranze sono sempre più diffuse? Scritto dalla Dott.ssa Jessica Giusti.

Uno dei motivi risiede nel fatto che oggi la diagnosi è più precisa e precoce, rispetto ad un tempo. Ciò consente di identificare un maggior numero di allergie i cui disturbi un tempo venivano facilmente confusi con altri.
Una seconda spiegazione chiama in causa il nostro stile di vita e, in particolare, le abitudini alimentari. Infatti si ricorre ormai diffusamente ad additivi alimentari (coloranti, conservanti, esaltatori del gusto, aromi naturali ed artificiali) che sono tutti potenziali allergeni; sulle nostre tavole inoltre arriva una grande varietà di frutta e verdura proveniente da tutto il mondo, il cui consumo non è più limitato alle sole stagioni naturali, favorendo così il contatto con un numero sempre maggiore di sostanze potenzialmente allergizzanti. 

Allenamenti settimana dal 27-06 al 03-07-16.

Lunedì, 27-06-16. Riposo assoluto
Martedì, 28-06-16. Mulinu Becciu, ore 08,00. Allenamento lentissimo di 7 km.
Mercoledì, 29-06-16. Mulinu Becciu, ore 08,00. Riscaldamento di 15' per poi fare 10 x 200 mt, in leggera salita, con recupero in souplesse. Totale 7 km.

sabato 25 giugno 2016

Guasila, 25-06-16. Corsa campestre “Madonna d’Itria”. Scritto da Antonello Vargiu.

Foto nella scalinata della chiesa.  Foto Arnaldo Aru.
Perfettamente riuscita a Guasila la manifestazione della 3^ edizione della Corsa campestre Madonna d’Itria con il patrocinio della UISP. La gara è stata organizzata in modo impeccabile dalla Polisportiva Guasila Calcio 1971 per merito del proprio presidente, Gianluca Cicalò, e con la partecipazione tecnica di Antonello Vargiu e Andrea Culeddu della società Cagliari Atletica Leggera. Il ritrovo è per le 17,00 nel campo sportivo comunale dove tutto lo staff della società calcistica guasilese ha allestito una grande struttura logistica pronta a contenere gli oltre 500 partecipanti alla cena post gara. La temperatura è decisamente alta, supera abbondantemente i 30 gradi.

Guasila, 25-06-16. Terza corsa campestre Madonna d'Itria. Scritto da Enrico Pacini.

Foto poco prima della partenza.
Sabato 25 Giugno mi son recato a Guasila (un comune di circa 2700 abitanti situato nella Trexenta) per la terza corsa campestre Madonna d'Itria; son partito alle 16.30 e nonostante qualche piccolo contrattempo sono arrivato insieme a Berni e alla moglie a Guasila alle 18.40; abbiamo subito ritirato i pettorali e il pacco gara e i primi runners che ho incontrato sono stati Antonello (uno dei padroni di casa insieme a Fabrizio e Gisa) Salvatore e Andrea. Si sono già corse le gare dei bambini e il clima è di festa come dovrebbe sempre essere prima di ogni manifestazione sportiva . Verso le 19.00 ci esortano a recarci nella piazza della chiesa per fare una foto tutti insieme e mentre ci incamminiamo incontro

Guasila, 25-06-16. Terza corsa campestre Madonna d'Itria. Saliscendi collinare con divertente serata finale. Scritto da Davide Mallus.

Chiesa parrocchiale di Guasila.  Foto Arnaldo Aru.
L’estate esordisce con le temperature più tipiche e le gare si spostano alla sera. Stavolta si va a Guasila, il paese del nostro presidente, per un evento imperdibile, pubblicizzato da tempo, che si preannuncia molto interessante. Ho cercato di capire il tipo di percorso dalla descrizione fatta da Antonello nel suo blog. Dovrebbe essere un mix di salite e discese ben dosate in un contesto campestre e vario. Faccio il viaggio ospite di Giuseppe, assieme a Francesco e Riccardo. Arriviamo a destinazione con largo anticipo e parcheggiamo all'interno di un campo di calcio in terra battuta. Appena scendo vorrei avere un pallone per fare due tiri. Il campo di calcio mi ha sempre affascinato per le sue enormi dimensioni rispetto ai tradizionali campetti da calcetto sparsi e frequentatissimi un po’ ovunque.

Guasila, 25-06-16. La "Corsa Campestre Madonna d'Itria" vista da Francesco Mudu (atleta della Cagliari Atletica Leggera).

Partenza gara.
Divertimento si preannunciava e divertimento è stato. 
Non ha deluso le attese la 3^ edizione della "Corsa Campestre Madonna d'Itria", andata in scena ieri sera a Guasila, terra prospera di grandi atleti come dimostrano i natali donati da questa accogliente cittadina della Trexenta a dei guasilesi doc come il nostro Presidente Antonello Vargiu o due "vecchie" glorie come Paolo Porcu ed il nuovo arrivo Roberto Anolfo, senza dimenticare Fabrizio Serafini e chi a Guasila ha trovato la propria patria d'adozione come il vincitore Younes Salimi.

Guasila, 25-06-16. Corsa Campestre Madonna d'Itria. Programma gara.

GUASILA 25 GIUGNO 2016

RADUNO IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI ORE 17:00

L’A.S.D. Polisportiva Guasila calcio 1971, con l’approvazione del Comitato Territoriale di Cagliari della UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) e con il patrocinio del Comune di Guasila, organizza la terza edizione della corsa campestre Madonna d’Itria, manifestazione podistica promozionale.

Alla manifestazione competitiva di 9750 metri, che si svolgerà Sabato 25 Giugno 2016, possono partecipare tutti gli atleti tesserati per la stagione 2016 alla UISP (sezione atletica leggera) ed alla FIDAL, in regola con le norme sulla tutela sanitaria, che siano nati nel 2000 o anni precedenti (copia del certificato medico agonistico per la pratica dell’atletica leggera in corso di validità dovrà essere consegnata all’atto dell’iscrizione). Possono altresì partecipare i non tesserati in possesso di regolare certificato medico agonistico effettuando il tesseramento presso il Comitato Provinciale della UISP, in viale Trieste 69 a Cagliari (tel. 070/659754), alla quota di 7,50 euro.

Guasila, 25-06-16. 3^ Corsa Campestre Madonna d'Itria e visita al Museo "Scrinia Sacra".






In occasione della gara di Corsa Campestre Madonna d'Itria è possibile visitare il Museo d'arte religiosa "Scrinia Sacra", orari d'apertura: dalle 11,00 alle 13,00 e dalle 18,00 alle 20,00. Per chi desiderasse fare una visita guidata anche al Santuario B. V. Assunta, o per qualsiasi informazione, potete contattare l'operatrice museale al numero 340 6153508. E' inoltre esposta, al museo, la mostra fotografica temporanea "Mascaradas, momenti di Carnevale sardo" (le visite sono tutte gratuite).


Guasila, Museo Scrinia Sacra (tratto da "Sardegna Cultura"):


Il museo
Il museo d’arte sacra di Guasila è situato nel centro storico del paese, a breve distanza dalla chiesa parrocchiale della Beata Vergine Assunta, progettata nel 1839 in fogge neoclassiche dall’architetto cagliaritano Gaetano Cima e costruita tra il 1842 e il 1852. 
Ha sede in un complesso architettonico di notevole valenza storica, costituito dall’ex Monte Granatico e dall’ex Municipio. Gli argenti e i paramenti sono esposti nei suggestivi ambienti delle vecchie carceri mandamentali, recentemente ristrutturati. Una lapide, datata 1841, testimonia l’epoca di costruzione del primo nucleo carcerario, ampliato successivamente (1857) per diventare palazzo municipale, poi pretura e nella metà del Novecento sede scolastica. 

venerdì 24 giugno 2016

*** DESTINA IL TUO 5 PER MILLE ALLA A.S.D. CAGLIARI ATLETICA LEGGERA !***


Ciao a tutti!
Vi informiamo che da quest'anno è possibile destinare il 5 per mille dell'IRPEF alla nostra Associazione Sportiva Dilettantistica CAGLIARI ATLETICA LEGGERA. Per farlo basterà indicare il codice fiscale della nostra Associazione (03570920920) nell´apposita sezione del modello della dichiarazione dei redditi (Modello Unico PF, Modello 730, ovvero apposita scheda allegata al CUD per tutti coloro che sono dispensati dall´obbligo di presentare la dichiarazione) accompagnato dalla firma del dichiarante (vedi fac-simile).
La somma a noi destinata sarà utilizzata per sostenere, incrementare e valorizzare il settore giovanile, finanziare progetti sportivi, acquistare materiale tecnico e, in ogni caso, per cercare di perfezionare quanto più possibile il livello tecnico e organizzativo della proposta formativa dedicata a tutti noi. Devolvere il 5 per mille non costa nulla: infatti non è una tassa in più, ma permette di scegliere a chi destinare una quota di imposte a cui lo Stato rinuncia. Un piccolo gesto per un grandissimo contributo utile a sostenere il nostro impegno per promuovere l´attività sportiva!.
GRAZIE!

Doping, le cifre di un dramma sociale. Scritto da Eugenio Capodacqua.

ROMA –  “Grazie Donati. Grazie Sandro per questo tuo contributo di grande democrazia”. Don Luigi Ciotti, fautore e “motore” dell’associazione “Libera” contro tutte le mafie, non ha esitazioni nel chiosare la presentazione dell’ultimo libro di Sandro Donati, ex allenatore di mezzofondisti ed ex dirigente Coni, oggi consulente Wada  (l’agenzia mondiale antidoping) e apprezzato collaboratore dell’associazione “Libera”.
Un libro (“Lo sport del doping”, edizioni Gruppo Abele) definito dal sacerdote un “Atto di giustizia fondato sulla più seria ricerca documentale; una denuncia rigorosa e competente che scuote la coscienza e lascia un pizzico di sana rabbia. Fatta con spirito costruttivo e basata sulla difesa della salute e della dignità della persona. Con verità scomode che probabilmente a qualcuno non piacciono”.

Grasso addominale e ormoni. Scritto dal Dott. Pier Luigi Rossi.

Dott. Pier Luigi Rossi.
Il grasso addominale è il grasso più pericoloso per la salute perché produce citochine, proteine infiammatorie. La distribuzione del grasso corporeo è sotto il controllo degli ormoni femminili e maschili. Quando il giro vita comincia a salire vuol dire che il profilo ormonale nella donna cambia. Gli estrogeni si riducono. Il testosterone negli uomini concentra il grasso nell’addome ad ogni età. Gli ormoni femminili e maschili possono variare con l’età e non possiamo fermare l’età, possiamo però ridurre il grasso addominale ed avere un ventre piatto, agendo su tre ormoni:
1 – INSULINA: ormone del dopo pasto, se in eccesso, causa accumulo massa grassa.
2 - GLUCAGONE: ormone del digiuno, favorisce lo svuotamento dei grassi dagli adipociti, quindi aiuta a dimagrire, a perdere grasso.
3 - CORTISOLO: ormone dello stress, fa accumulare grasso addome e parte superiore dorso, in uomini e donne.

giovedì 23 giugno 2016

Città letali: asma e infarti, colpa del traffico. Scritto da Antonino Michienzi.

A Roma 5.700 bambini soffrono di asma perché vivono vicino a strade particolarmente trafficate e quindi ad alto tasso di inquinamento. A Barcellona sono addirittura 6.900, a Vienna e Bruxelles 2.800, a Stoccolma 1.700.
È un bilancio che fa venire i brividi quello fatto da un gruppo di ricercatori internazionale che ha valutato gli effetti dell’esposizione all’inquinamento in dieci città europee concentrandosi, in particolare, su due patologie in altrettante fasce sensibili della popolazione: l’asma nei bambini e le malattie cardiache negli anziani. 

mercoledì 22 giugno 2016

L'accumulo di grasso localizzato.

Scritto dal Dott. Luca Santarelli su NonSoloFitness (24-05-13).
Molte persone ai nostri giorni si iscrivono in palestra per veder scendere l'ago della bilancia, tuttavia, a volte, anche dopo aver ottenuto dei buoni risultati di perdita di peso, non sono ancora soddisfatte, perché guardandosi allo specchio notano alcune parti del loro corpo dove il grasso sembra proprio non voler andare via, insomma alcune parti dove la massa grassa sembra resistere di più nonostante i loro continui sforzi in palestra.

martedì 21 giugno 2016

Frumento, Kamut, Khorasan: che confusione! Scritto dal Dott. Luca Speciani.

Da qualche anno spopola sul mercato una varietà antica di frumento detta kamut, che pare incontri in modo particolare il gusto o il piacere di chi sceglie di mangiare in modo più consapevole.
Ma che cos'è questo kamut, che qualcuno indica come il cereale ritrovato nelle tombe dei faraoni, e qualcun altro, sull'onda dell'emotività (o di una astuta campagna di marketing), considera la panacea per tutti i mali? Il fatto di essere anche agronomo (come prima laurea) oltre che medico, mi consente di affrontare questa tematica con qualche competenza in più.

lunedì 20 giugno 2016

Allenamento settimana dal 20-06 al 26-06-16.

Lunedì, 20-06-16. Parco Molentargius, ore 07,00. Corsa lentissima in pista al Campo Coni (2 km) per poi uscire verso il Parco di Molentargius e arrivare sino al "Rollone". Rientro al Campo in leggera progressione. Totale 10 km.
Martedì, 21-06-16. Riposo assoluto.
Mercoledì, 22-06-16. Mulinu Becciu, ore 19,00. Allenamento leggero nel circuito da 1650 mt a Mulinu B. fatto 3 volte (5 km). Più 10 x 100 mt con recupero in souplesse. Totale 7 km.

La corsa dal punto di vista di un atleta psicologo. Scritto da Matteo Simone (Corridori.net, 03-09-2008).

Perché uno corre?
Si inizia a correre per esempio perché invogliati da un amico, o su indicazione di un medico, o per partecipare a una corsa non competitiva.
Che succede dopo aver provato a correre?

In genere non si torna subito a correre perché la fatica ha lasciato il segno, ma, per pochi diventa un’occasione per fare qualcosa insieme, per stare con altri, per frequentare un gruppo, per stare all’aria, per tenersi in forma. Ci si incontra, si ha uno spazio e un tempo riservato, ci si interessa ai mondi altrui che piano piano si schiudono all’altro, si organizzano cene, viaggi.

Saltare la prima colazione fa male al cuore. Scritto da Giusy Ocello su "Ambiente Bio".

colazione2
Chi salta la colazione ha più probabilità degli altri di essere esposto a malattie cardiache e attacchi di cuore. Questo quanto emerso in uno studio condotto dalla Harvard School of Public Health (HSPH).
I ricercatori della HSPH hanno condotto una ricerca, durata dal 1992 al 2008 e pubblicata il 22 luglio 2013 sulla rivista Circulation dell’American Heart Association,  per comprendere quanto mangiare la prima colazione sia importante per la salute dell’uomo.
Le evidenze emerse dallo studio hanno dimostrato che, tra le persone osservate, coloro che saltavano la colazione avevano un rischio del 27% più elevato di essere soggette ad attacchi cardiaci o a morte per malattie coronariche, rispetto a coloro che invece avevano l’abitudine di consumare il primo pasto della giornata.

domenica 19 giugno 2016

Lettera aperta ai guasilesi. Scritto da Antonello Vargiu.

Sabato 25-06-16 si svolgerà a Guasila una gara di atletica leggera molto importante. La partenza è prevista alle ore 19,30 in piazza di chiesa mentre l'arrivo sarà al campo sportivo. Diverse centinaia di atleti arriveranno da tutta la Sardegna e, per tantissimi di loro, sarà la prima volta che vedranno il paese di Guasila.
Tutti i guasilesi che hanno "a cuore" l'immagine del proprio paese possono dimostrarlo accogliendo calorosamente gli atleti nel loro passaggio in piazza di chiesa tra le 20,00 e le 20,30. Abbiamo tanto da offrire a coloro che ci vedono per la prima volta e tante conferme per coloro che già ci conoscono. Gli atleti avranno modo di vedere uno dei centri storici più belli tra i paesi isolani con a capo una chiesa veramente grandiosa.

Si fa presto a dire dieta equilibrata. Scritto da Filippo Ongaro.

Dott. Filippo Ongaro.
Quante volte ci siamo sen­titi dire che una dieta equi­li­brata è tutto ciò che ci serve per stare bene e pre­ve­nire le malat­tie? Quanti medici ancora oggi sosten­gono che inte­gra­tori, cibi fun­zio­nali e stra­te­gie ali­men­tari par­ti­co­lari siano inu­tili o per­fino dan­nosi e che dob­biamo con­ti­nuare sem­pli­ce­mente a man­giare come abbiamo sem­pre fatto?
Ma cos’è esat­ta­mente una dieta equi­li­brata? Quella della pira­mide ali­men­tare con una mon­ta­gna di cereali raf­fi­nati alla base? Quella vegana che fini­sce con il pena­liz­zare le pro­teine nobili ma chiude un occhio su zuc­cheri e cereali di troppo per accon­ten­tare più per­sone? O quella tra­di­zio­nale dello spor­tivo che assume zuc­cheri e pasta dalla mat­tina alla sera con la scusa che ser­vono ai muscoli? O bastano le cin­que por­zioni di ver­dure al giorno che tutti citano ma nes­suno assume? O serve solo la dieta medi­ter­ra­nea che gli ita­liani hanno però tra­sfor­mato pian piano nella dieta della pasta, della pizza, del pane e del tramezzino?

sabato 18 giugno 2016

Cagliari, 18 e 19-06-16. Campionati Master di Società su Pista. Gare Antonello Vargiu.

Sabato 18-06-16 alle 19,23 ho gareggiato sui 1500 mt. Il tempo impiegato è stato di 5'00"71 e sono arrivato 2° di categoria SM55 dietro Genesio Lusci (4'54"85). Sono giunto 21° assoluto su 31 atleti arrivati. Il punteggio maturato è stato di 734 punti.
Domenica 19-06-16 alle 11,44 ho gareggiato negli 800 mt. Tempo impiegato 2'30"23 e sono arrivato 1° di categoria (SM55). Complessivamente sono giunto 17° su 24 atleti arrivati. Punteggio maturato 563 punti.
Sempre domenica ho gareggiato alle ore 13,04 nella staffetta 4 x 400 (SM60) con Andrea Mariani, Gesuino Atzori e Mario Palmas. Tempo impiegato 5'17'81 punti 291.
Prima della mia partenza nella staffetta c'è stato un'acquazzone violentissimo.

Per vedere tutti i risultati (tratti da Fidal Sardegna) clicca qui.

Correre velocemente: gli allenamenti indispensabili – seconda parte. Tratto da "Missione Correre".

Dopo aver analizzato alcuni test per valutare le grandezze atletiche, abbiamo visto una parte degli allenamenti per aumentare la velocita. Completiamo la trattazione di questo argomento illustrando altre tipologie di allenamento.
Quelli che seguono costituiscono le sessioni fondamentali che concorrono al miglioramento della capacità o potenza aerobica.

6 CORSA MEDIA (fondo medio)

Tumori dell’apparato digerente: fattori favorenti. Scritto da Chiara Cevoli, biologo nutrizionista.

Se da una parte un’alimentazione corretta e uno stile di vita sano ci proteggono dallo sviluppo di diverse forme tumorali, dall’altra alcuni componenti alimentari possono favorirne lo sviluppo.

Aflatossine

Le aflatossine sono tossine prodotte da muffe e funghi, incluse tra i carcinogeni dalla IARC (Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro). Gli alimenti che possono essere contaminati da aflatossine sono: cereali(frumento, riso, mais, avena, orzo), leguminose, noci, arachidi e semi. Il livello di contaminazione da aflatossine è alto nei paesi con alta prevalenza di tumore al fegato (sud-est asiatico, Africa, Cina). Le aflatossine sono in grado di danneggiare il DNA e la capacità di riparazione del danno dipende dal corredo genetico del soggetto: non tutti infatti mostrano la stessa efficienza.

venerdì 17 giugno 2016

Come pulire il fegato e bruciare i grassi, rimedi naturali. Scritto da Eliana Cortez.

pulire fegato e bruciare grassi
I compiti principali del fegato sono l’eliminazione delle sostanze nocive e la produzione della bile che scompone i grassi all’interno dell”intestino tenue.  Una ridotta capacità del fegato di regolare il metabolismo, si traduce in un accumulo di grasso, soprattutto nella zona addominale. E il risultato è una pancia sporgente. Il sintomo più evidente è il rotolo di grasso che appare sotto l’ombelico di molte persone.

Tendinite, prevenire efficacemente l'infiammazione. Scritto da Salvatore Pisana.

Tendine d'Achille
Uno degli argomenti ricorrenti dei nostri articoli riguarda la tendinite, ovvero l’infiammazione al tendine d’Achille, che rappresenta uno dei problemi fisici più diffusi tra i podisti.

I micro-traumi che colpiscono il tendine d’Achille possono derivare da traumi diretti, anche se la maggior parte dei problemi al tendine deriva dai sovraccarichi funzionali a cui è sottoposto e che spesso sono causa dello stato infiammatorio denominato appunto tendinite.
I fattori di rischio possono derivare da anomalie di natura funzionale (errata tecnica di corsa, calzature inadatte, discese ecc) e/o fisiche (dismetria degli arti inferiori, ginocchio valgo, ecc). Per questo motivo vogliamo darvi alcuni suggerimenti per prevenire questa fastidiosa infiammazione.

mercoledì 15 giugno 2016

Se non impari a correre non avrai mai successo nel Network Marketing. Scritto da Alex L. Herciu.

In realtà ciò che voglio condividere con te oggi è la somiglianza tra andare a correre e fare Network Marketing. Non sono uno sportivo professionista, ma 2-3 volte alla settimana vado a correre per mantenermi in forma. Qualcuno dice che andare a correre sia il miglior sport in assoluto, sia perché fa bene al cuore e coinvolge ogni muscolo del corpo, sia perché aiuta a bruciare tante calorie.
Non so dirti esattamente a che cosa fa bene, ma a me “piace” perché mi fa star bene. Scarico tutto lo stress che accumulo durante la giornata e mi sento vivo, mi sento davvero vivo, sia mentre corro in mezzo alla natura o alla città, sia quando finisco di correre. E’ una sensazione meravigliosa.
Uno dei miei obiettivi per il 2014 riguarda proprio l’attività fisica perché la salute è molto importante. E’ una delle tre aree vitali da cui dipende la nostra felicità e il nostro successo. Ti consiglio di approfondire leggendo questo articolo.
Il Network Marketing è molto simile a questo sport per diverse ragioni.

Come combattere il diabete. Alimentazione ed attività fisica. Scritto dalla Dr.ssa Nadia Valente.

Il Diabete è una patologia in continua crescita: secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità i diabetici nel mondo, oggi più di 346 milioni, sono destinati a raddoppiare entro il 2030. Distinguiamo il Diabete di tipo 1 (insulinodipendentele, dove cellule beta del pancreas che producono insulina sono distrutte completamente da un processo di auto-immunità) dal Diabete di tipo 2 (legato spesso all'obesità , ad una alimentazione scorretta ed alla sedentarietà, dove la produzione di insulina da parte delle cellule beta è presente ma è inadeguata al fabbisogno, aumentato a causa del sovrappeso). 

martedì 14 giugno 2016

La vitamina D, il sonno, la fame notturna. Scritto dal Dott. Pier Luigi Rossi.

Dott. Pier Luigi Rossi.
Siamo entrati in autunno, l’intensità e la durata della luce solare si riducono in modo progressivo. Questa condizione limita la produzione di vitamina D da parte della nostra cute.
Il mio consiglio è di controllare ora in settembre o al massimo nei primi giorni di ottobre il valore della vitamina D nel proprio sangue per evitare di entrare in autunno e poi in inverno con bassi valori di vitamina D, non devono essere inferiori a 30 nanogrammi/ mL. Se una persona alla fine dell'estate ha valori bassi di vitamina D, durante l'autunno e l'inverno andrà incontro ad una decisa riduzione del valore della sua vitamina D. Il rischio è non conoscere questi valori. La conoscenza è salute.

lunedì 13 giugno 2016

Allenamento settimana dal 13-06 al 19-06-16.

Lunedì, 13-06-16. Mulinu Becciu, ore 08,00. Allenamento leggero tra le vie di Mulinu Becciu. 45' di corsa con brevi cambi ritmo. Totale 8 km.
Martedì, 14-06-16. Campo Coni, ore 07,00. Riscaldamento 15' più allunghi per poi fare 10 x 300 mt in compagnia di Enrico Rivoldini (lui 12 x 400 in 1'20"). Io ho corso i 300 mt tra 59" e 61". Recupero 1'20". Defaticante 1 km più stretching 10'. Totale 7 km.
Mercoledì, 15-06-16. Poetto, ore 07,00. Camminata in acqua per 30' poi nuotata di circa 30' (circa 500 mt). Mulinu Becciu, ore 18,00. Corsa lentissima intervallata da allunghi da 100 mt per circa 40'. Totale circa 7 km.

L'oncologo Franco Berrino su latte, zucchero, proteine: tutto quello che dobbiamo sapere su ciò che mangiamo. Scritto da Massimo Valente su "Tuttosteopatia".

Nel nostro mestiere di osteopati molto spesso ci troviamo a dare consigli alimentari ai nostri pazienti, ma soprattutto ci rendiamo conto che gran parte delle disfunzioni viscerali hanno alla base degli errori nell'alimentazione.
Nonostante riteniamo che ognuno debba fare il proprio mestiere, per cui che l'alimentazione debba essere seguita da professionisti, ci piace elencare dei principi imprescindibili che il prof. Franco Berrino, nostro mentore e riferimento scientifico per questa materia, ci ha illustrato personalmente o attraverso dei video che riproponiamo in questo articolo. Su Tuttosteopatia.it più volte ci siamo occupati di alimentazione secondo i principi base del prof. Berrino (vedi sotto gli articoli correlati).
Di seguito alcuni suggerimenti utili per la sana alimentazione:

venerdì 10 giugno 2016

Datteri: le mille proprieta' e i benefici per la salute. Scritto da Marta Albè su "GreenMe".

datteri proprieta benefici
datteri sono un frutto ricco di benefici per la salute. Si tratta di un alimento tipico dell'Africa mediterranea e dei paesi dell'Asia occidentale. La sua produzione avviene grazie alla coltivazione della palma da dattero, un albero molto longevo, che può vivere fino a 300 anni e produrre anche 50 chili di datteri all'anno.

lunedì 6 giugno 2016

Allenamento settimana dal 06-06 al 12-06-16.

Lunedì, 06-06-16. Campo Coni, ore 18,30. Allenamento in compagnia di Matteo Casella. 15' di riscaldamento per poi fare 5 allunghi da 80 mt. Il lavoro di oggi consiste nel fare per 3 volte i 4 x 300 mt (recupero 1'30" tra i 300 mt e 4'30" tra le serie). Tempo medio impiegato nei 300 mt 56". Defaticante 2 km più 10' di stretching. Totale 8 km.
Martedì, 07-06-16. Poetto, 07,30. Corsa lentissima lungo il Poetto (4 km) per poi fare una passeggiata lungo riva con l'acqua del mare sino alle ginocchia per 500 mt e ritornare nel punto di partenza a nuoto (500 mt) più altri 300 mt di passeggiata in acqua.

10 segni che indicano un eccesso di cortisolo nell’organismo. Scritto da Agnese Tondelli su "Ambiente Bio".

ormone dello stress
Il cortisolo è un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali del nostro corpo. È conosciuto anche come “ormone dello stress”, proprio perché la sua produzione, in genere, aumenta a seguito di situazioni di forte stress, fisico e mentale, al fine di incrementare la quantità di energia necessaria al nostro corpo.
Gli elementi che vengono rilasciati nell’organismo, a seguito di un eccesso di cortisolo, dovrebbero essere smaltiti attraverso un’attività fisica costante. L’aumento di situazioni stressanti, il consumo giornaliero di caffeina e uno stile di vita sedentario rendono non solo difficile abbassare i livelli di questo ormone, ma continuano a stimolare il nostro organismo a produrne ancora di più.

domenica 5 giugno 2016

Algain Energy: energia dalle alghe e non solo. Intervista all'ingegnere Claudio Gallo.

A Sommacampagna, in provincia di Verona, quattro anni fa è nata una società specializzata nella coltivazione di microalghe e microorganismi.
Lo scopo dell'impresa innovativa non è solo (ma non sarebbe comunque poco) la produzione di carburanti vegetali alternativi: Algain Energy produce Haematococcus pluvialis, la fonte naturale più ricca di Astaxantina (Astaxanthin), un pigmento antiossidante del gruppo delle Xantofille, appartenente alla famiglia dei Carotenoidi. Si tratta del pigmento naturale con il più alto potere antiossidante: 550 volte maggiore delle Vitamina E e 11 volte maggiore del beta carotene.
Algain Energy è stata fondata da Francesco Campostrini e Claudio Gallo. 

sabato 4 giugno 2016

Cagliari, 04-06-16. Giornata finale del progetto "atletica a scuola" con l'Istituto Scolastico delle Mercedarie di Monserrato.

Alcuni atleti della Cagliari Atletica Leggera coinvolti nel Progetto.
Giornata storica per la Asd Cagliari Atletica Leggera. Grande successo per la giornata finale del progetto atletica a scuola svoltosi presso l'istituto scolastico delle Mercedarie di Monserrato.
Circa 150 bambini e ragazzi delle scuole medie e elementari si sono cimentati su quattro diverse prove all'interno del campo di atletica leggera Santoru dopo tre mesi ed 80 ore di preparazione svolta presso la scuola dai nostri istruttori Andrea Culeddu e Daniela Lai. Mentre sugli spalti numerosi genitori e parenti assistevano e incitavano i ragazzi nello svolgimento delle prove, in campo i nostri volontari ed il personale docente dell'istituto faceva si che la manifestazione fluisse nel migliore dei modi e con il giusto spirito.
Le classi 1^ e 2^ elementare si preparano per la staffetta.
Pertanto un sentito grazie va a Claudio GalloAntonello Vargiu e Gesuino Atzori perfetti nel gestire le staffette; Maria Grazia PirasMonica Cardia e Patrizia bravissime nella pedana del lungo; Alessio Pili e Antonio Cuccu spettacolari nel percorso ginnico; Andrea Cao e Marco Lussu grandiosi nella pedana del vortex; Francesco Mudu , Valentina Fulghesu e Francesca Vincis precisi nel salto in alto.
Alla fine abbiamo raccolto una miriade di complimenti dai genitori e dagli insegnanti e soprattutto fatto trascorrere una bellissima mattinata di sport a tanti ragazzi. In diversi hanno già chiesto di potersi iscrivere ai nostri corsi e le suore hanno già "opzionato" il progetto per il 2017. Grazie di nuovo a tutti (Andrea Culeddu).

giovedì 2 giugno 2016

Villacidro, 02-06-16. 11^ Lago di corsa - La gara più bella non tradisce le aspettative. Scritto da Davide Mallus.

Davide Mallus.
A distanza di un anno mi ritrovo a correre questa bellissima competizione che, tra quelle che conosco, è sicuramente la più originale e spettacolare. Parto prestissimo assieme ad Angelo in modo tale da arrivare a destinazione senza stress. Per entrambi è la seconda esperienza villacidrese, ciò consente di programmare la gara con un riferimento importante basato sulla corsa dello scorso anno.
Arriviamo a destinazione in anticipo, il parcheggio è quasi vuoto. Sistemiamo l’auto accanto a quella di Antonello che oggi farà una gara molto speciale, in compagnia di Armando. Pian piano le nuovo polo bianche con scudetto e colletto rossoblù cominciano a popolare il piazzale nel quale si ritirano le buste coi pettorali.

Villacidro, 02-06-16. La mia gara attorno al lago con Armando Xaxa. Scritto da Antonello Vargiu.

Foto poco prima della partenza.  Foto Valeria Scalas.
Era da un po' di tempo che non facevo una gara con Armando, atleta ipovedente di 48 anni, e ci tenevo tantissimo. Con lui ho portato a termine, con questa qui, ben 17 gare, di cui già altre due a Villacidro. Corriamo uniti da un cordoncino che ci tiene a circa mezzo metro di distanza, ma all’occorrenza intervengo anche direttamente con un braccio se si presenta qualche emergenza. Per il resto, durante il percorso gara, saranno le mie parole a indirizzarlo e ad avvisarlo in tutto e per tutto. Stavolta so benissimo che sarà più dura rispetto alle altre edizioni.
Antonello e Armando.   Foto Arnaldo Aru.
Armando è reduce da problemi fisici a un piede per cui non si è potuto allenare con regolarità in questi ultimi mesi. Per fortuna ultimamente, tra spin bike e tapis roulant, è riuscito a rimettersi un po' a posto.

14 cibi che favoriscono l'invecchiamento. Scritto Da Marta Albè.

Ciò che mangiamo influenza il nostro aspetto esteriore, a partire dalla pelle. Lo afferma Ariel Ostad, membro dell'American Academy of Dermatology. Un'alimentazione inadeguata mantenuta a livello abituale può contribuire a favorire e ad accelerare i processi di invecchiamento della pelle e dei denti nel corso del tempo.  
Ecco 14 cibi da consumare con moderazione per apparire sempre giovani, secondo la lista riportata da Health Magazine.

mercoledì 1 giugno 2016

Gare Fidal e Uisp in Sardegna Giugno 2016.

02-06-16. XI Ediz. "Il Lago di Corsa". Villacidro;
04/05-06-16. Terra Sarda. Camp. Reg. Indiv. Assoluti su Pista. Cagliari;
05-06-16. XV Rdiz. "Riu Mannu Corre". Gonnostramatza;
11-06-16. Correre sotto le stelle a Sedilo. Sedilo;
12-06-16. Curri Muravera. Muravera;
18/19-06-16. Campionati di Società Master su Pista. Cagliari;
25-06-16. 3^ Corsa Campestre Madonna d'Itria (Uisp). Guasila;

Ossigeno: principale nutriente del corpo umano. Scritto dal Dott. Pier Luigi Rossi.

Dott. Pier Luigi Rossi.
Ciascuno di noi può mangiare ogni giorno 2-3 Kg di cibo, compie circa 20000 atti respiratori. Si muore di fame o di sete dopo 8-10 giorni, ma senza ossigeno si muore dopo alcuni minuti! Per "bruciare" un solo grammo di grasso corporeo occorrono 2 litri di ossigeno!
L'ossigeno è il principale nutriente del corpo umano.
Per conoscere la domanda personale di ossigeno a riposo si può eseguire questo calcolo: 3.5 ml x peso corporeo espresso in Kg x 1 minuto = millitri di ossigeno richiesto in un minuto, si moltiplica x 60 minuti = ml ossigeno in una ora, il valore ottenuto si moltiplica x 24 ore = ml ossigeno richiesto in 24 ore, questo volume espresso in ml va diviso x 1000 per ottenere il volume espresso in litri! In media deve venire un volume superiore a 300-350 litri / 24 ore.