venerdì 30 settembre 2016

I valori nutrizionali dell’Albume. Tratto da "RunningMania".

le-uova-albume-uovo-rotto-tuorli_349916-e1365667177568
Tra i valori nutrizionali degli alimenti ci sono anche i valori nutrizionali dell’albume.
L’albume dell’uovo è un alimento importantissimo per la dieta dell’uomo, perché, pur essendo ad alta concentrazione proteica, è privo di grassi e colesterolo a differenza del tuorlo per questo è adatto anche per chi soffre di ipercolesterolemia o di calcolosi della colecisti.

Supplementazione e cibi fortificati: un po' di chiarezza. Scritto dal Dott. Andrea Deledda.

Non sono un grande tifoso degli integratori, in generale, e preferisco sempre ricorrere ai metodi naturali. Infatti spesso aiutano ad arrivare ad un livello superiore, ma poi per mantenere quel livello è necessario continuare a prenderli, e non si può per tutta la vita nutrirsi di pillole.
Cerchiamo di fare un po' di chiarezza su cosa si può prendere e cosa evitare.
http://italianbody.it/

probiotici sono ormai riconosciuti come molto importanti. Infatti la nostra flora intestinale è così numerosa da poter essere considerata un organo a sé. È adeguato prenderli in seguito a cure antibiotiche e diarrea.
Recenti ricerche hanno dato risultati sorprendenti: la flora intestinale può influenzare il peso, la salute cardiometabolicaintestinalepersino l'umore e i disordini mentali, le malattie autoimmuni, le allergie. E chissà quanto altro. Insomma è fondamentale avere una corretta flora, può davvero far la differenza tra salute e malattia.

giovedì 29 settembre 2016

Il Ginocchio: legamenti, biomeccanica e test. Scritto da Elisabetta Toniolo.

Anatomia del ginocchio
Il ginocchio è una delle articolazioni più complesse dell’organismo. E’ l’articolazione intermedia dell’arto inferiore e modula l’altezza del nostro baricentro con il terreno (la distanza del corpo dal suolo), ha una duplice caratteristica: è stabile in estensione completa, quando il ginocchio è sottoposto a importanti forze dovute al peso del corpo, ed è mobile a partire da un determinato angolo di flessione, mobilità necessaria per la corsa ad esempio e per poter avere un appoggio sicuro del piede su qualsiasi terreno.
Ginocchio teso e flesso
(Tutte le immagini sono tratte dal sito di Paolo Evangelista http://smartlifting.org)

10 cose da fare a Cagliari: itinerario nella città più verde d’Italia. Scritto da Michela Toffali.

Lo sapevate che Cagliari è la città più verde d’Italia? Ecco cosa fare e vedere in città: i consigli di Michela…e dei bimbi che ci vivono.
Nel precedente articolo abbiamo iniziato a raccontarvi una Cagliari formato bambino, tra gabbiani curiosi, leoni che si nascondono, draghi in miniatura ed elefanti che sembrano volare > Cagliari una città bestiale vista dai bambini
Ma durante il nostro weekend dedicato a #cagliarintour, abbiamo scoperto un altro piccolo segreto che viene da molto molto lontano. Non so se sia stata colpa dei Fenici, dei Pisani, degli Aragonesi oppure degli Angeli protagonisti delle primissime pagine del libro di Dal Cin. Ma una cosa è certa, qualcuno tanti anni fa si è divertito a pasticciare con i colori, proprio come fanno i bambini!
Io credo che una volta a Cagliari ci fossero solo grandi distese di giallo ed immense pennellate di blu: l’oro del sole, che tingeva la polvere chiarissima delle spiagge… e il celeste del cielo terso, che si fondeva con l’azzurro limpido del mare.





Panorama dalla Sella del Diavolo – foto di Francesca Licheri

mercoledì 28 settembre 2016

Osteopatia: quando le ossa parlano di noi. Scritto da Silvia Carri.

Molti si rivolgono all’osteopata solo in caso di mal di schiena o dolori muscolari. In realtà l’osteopatia può avere applicazioni molto più ampie e sta facendo il suo ingresso in contesti
ospedalieri importanti. A trarne beneficio non è  solo l’uomo... vediamo perché.

Osteopatia: quando le ossa parlano di noi
Il principio di fondo su cui si basa l’osteopatia, nata a metà Ottocento per opera della geniale intuizione del medico statunitense Andrew Taylor Still, è  molto semplice:  qualunque sintomo è  il risultato di una catena di cause la cui origine può situarsi anche in distretti corporei molto distanti. Così uno squilibrio muscolo- scheletrico può ripercuotersi su organi e visceri che, compressi e spostati, non funzionano più come dovrebbero. Compito dell’osteopata è  ricreare il giusto equilibrio e favorire il processo innato di auto- guarigione.

Tutto quello che ci manca nell'alimentazione quotidiana. Scritto da Isabella Zuccalà.

cibo
Fino a qual­che tempo fa il motore che spin­geva ad inte­res­sarsi di ali­men­ta­zione era il desi­de­rio di dima­grire, men­tre oggi sem­pre più per­sone vogliono impa­rare a man­giar bene per stare meglio, per sen­tirsi in forma e per non amma­larsi. Que­sta ten­denza ha favo­rito la pro­li­fe­ra­zione di modelli ali­men­tari discu­ti­bili che sod­di­sfano que­sto desi­de­rio caval­cando luo­ghi comuni o sin­gole nozioni decon­te­stua­liz­zate: La carne fa male? La tolgo per sem­pre. La frutta fa bene? Divento frut­ta­riano. Que­sta visione è tanto sem­plice da abbrac­ciare quanto fal­lace per­ché dimen­tica un pre­sup­po­sto impor­tante: i nutrienti e le sostanze di cui ha biso­gno il corpo per fun­zio­nare e con­tra­stare le malat­tie e l’invecchiamento sono mol­te­plici, sono con­te­nuti in tutti i cibi natu­rali, vege­tali e ani­mali, e soprat­tutto que­sti nutrienti lavo­rano in siner­gia tra di loro, sia all’interno dello stesso ali­mento che in asso­cia­zione con altri alimenti.

martedì 27 settembre 2016

Ho davvero bisogno di una risonanza? Scritto da Samuele Graffiedi.

Una scena che capita abbastanza di frequente nella pratica clinica è questa: il paziente ha un dolore al ginocchio da qualche tempo. Siccome il dolore non passa, fa una radiografia (Rx, comunemente chiamata “lastra”) e, visto che c’è, la fa a entrambe le ginocchia. Molto spesso si trova dell’artrosi, ossia una degenerazione della cartilagine articolare con produzione di osteofiti, cioè delle piccole calcificazioni attorno all’articolazione...ma il bello è che spesso capita che si trovano le cose peggiori nell’altro ginocchio, cioè quello che... non fa male!
RMNLa stessa cosa succede per le ecografie alle spalle che evidenziano borsiti o piccole lesioni della cuffia nella spalla non dolente, o radiografie ai piedi con gli “speroni” presenti in entrambi i piedi, anche se solo uno fa male, ecc. ecc. Vabbè, direte, ma con la lastra non si vede niente, ci vuole la risonanza magnetica nucleare (RMN). Errore! Anche con la risonanza succede la stessa identica cosa. Ormai la cosa è risaputa da circa quindici anni, ed è stata molto studiata nell’ultimo decennio.

Come è fatto lo zucchero. Tratto da "Il Fattaccio".

VI PARLO DELLO ZUCCHERO PERCHE’ NON TUTTI SANNO che questo alimento è il
prodotto di una lunga catena di trasformazioni che ha inizio dalla barbabietola o dalla canna da zucchero e che prosegue con l’uso di elementi non proprio salutari.Se la barbabietola è rossa e la canna da zucchero invece ha un colore ambrato,per quale motivo lo zucchero che utilizziamo con maggior frequenza è bianco?

lunedì 26 settembre 2016

Il sovrallenamento. Tratto da "my-personaltrainer.it".

Il termine sovrallenamento è stato introdotto da Hatfield (1988) per descrivere una serie di sintomi causati, sostanzialmente, da un alterato rapporto tra allenamento e recupero.
Il sovrallenamento è una condizione abbastanza frequente, una sindrome piuttosto complessa le cui cause vanno ricercate in diversi fattori scatenanti.


sovrallenamento

 tempi di recupero


Indice glicemico e carico glicemico: perché sono importanti e quali sono i valori degli alimenti. Scritto da Agnese Tondelli su "Ambiente Bio".

indice glicemico
Probabilmente avrete già sentito parlare di “indice glicemico”. L’indice glicemico (IG) ci aiuta a capire come i cibi contenenti carboidrati vengono assimilati dal nostro corpo.
Ogni alimento ha un valore diverso di IG, che può essere più o meno alto. La scala di valutazione oscilla tra 0 e 100: fino a 55, si dice che l’alimento ha un basso IG; se il valore supera i 70, si dice che i cibi hanno un alto IG.
Un Indice glicemico basso è proprio dei carboidrati a lento assorbimento, e quindi a lento rilascio di glucosio nel sangue, mentre un Indice glicemico alto porta a un rapido assorbimento, e quindi alti picchi glicemici. Alti livelli di glucosio nel sangue stimolano un elevato rilascio di insulina, l’ormone deputato a ridurre la glicemia.

Allenamento settimana dal 26-09 al 02-10-16.

Lunedì, 26-09-16. Colle San Michele, ore 10,30. Allenamento nello sterrato a mezza altezza del Colle (lungo 250 mt) di 8 km. Partenza lentissima (5'45" 1° km) per poi andare ad aumentare pian piano l'andatura sino a raggiungere nell'8° km 4'05" (media 4'45" a km). Totale 8 km.
Martedì, 27-09-16. Campo Coni, ore 07,00. Allenamento di gruppo con il coach Andrea Culeddu. Riscaldamento 15' per poi fare una serie di esercizi di "andature" per circa 30'. Il lavoro specifico di oggi consiste nel fare 5 x 1000 mt con recupero di 2'30". Media dei 1000 mt 3'42" (da 3'45" a 3'39"). Totale km 8.
Mercoledì, 28-09-16. Mulinu Becciu, ore 18,00. Allenamento in Via Binaghi di 40'. 20' lentissimi e 20' fatti da allunghi brevi da 100 mt intervallati da recuperi in souplesse di 100 mt. Totale circa 7 km.

domenica 25 settembre 2016

Le difficoltà di uno sportivo prima o durante una competizione. Dr. Matteo Simone.

Può succedere che prima dell’inizio di una competizione sportiva o durante la competizione in un momento decisivo come può essere un canestro o un rigore, l’atleta possa avere delle sensazioni che ritiene negative: spiacevoli, disturbanti, di ansia eccessiva, di troppa tensione, di paura, di blocco.
Queste sensazioni possono derivare da diverse cause consce o inconsce.
Ad esempio, l’atleta può competere con atleti ritenuti più forti di lui, può competere dopo un periodo di infortunio e non sentirsi sicuro di esprimersi in una prestazione eccellente, può sentire le pressioni di alcune figure del suo staff o di persone per lui ritenute importanti.
Cosa può fare lo psicologo in questi casi?

Grasso addominale. Prevenire il diabete mellito tipo 2. Scritto dal Dott. Pier Luigi Rossi.

Dott. Pier Luigi Rossi.
E’ una epidemia, in silenzio si diffonde e colpisce anche attorno a 40 anni. Uomini e Donne. L’accumulo di grasso addominale è un grave fattore di rischio, avere una circonferenza vita superiore a 80 cm nella donna e 94 cm nell’uomo è una condizione che può favorire la comparsa di iperglicemia, insulino resistenza e diabete mellito tipo 2. Il grasso addominale è il più pericoloso per la salute perché causa uno stato di infiammazione sistemica e di insulino resistenza. Cioè l’insulina è presente senza svolgere la sua azione nel controllo della glicemia.Consiglio di eseguire questo check-up metabolismo glucidico:
- glicemia basale
- insulina basale
- emoglobina glicata
- testosterone (uomini)

sabato 24 settembre 2016

Le buone abitudini fin da piccolo. Scritto dal Dott. Filippo Ongaro.

Dott. Filippo Ongaro.
Una volta che un bambino si è abituato a sapori molto dolci, a cibi grassi o salati, all’uso continuo di bevande dolcificate, si creerà una sorta di necessità biochimica che lo spingerà a cercare sempre più spesso alimenti del genere. Le nostre abitudini alimentari si formano molto precocemente e alcune ricerche hanno dimostrato che gli alimenti di questo tipo provocano nel cervello un forte rilascio di dopamina, il neurotrasmettitore della soddisfazione e del piacere, che spingerà la persona a cercare dosi sempre più alte dell’alimento che ne ha provocato il rilascio.

Come accelerare il metabolismo. Scritto dal Dott. Francesco Aversano su "Nutrizione & Sport".

Se si vuole perdere grasso corporeo e mantenere nel tempo il risultato raggiunto è assolutamente necessario svolgere un’attività sportiva costante e duratura negli anni, in quanto l’attività sportiva ci fa bruciare più calorie rispetto ad un soggetto sedentario.
Proprio quest’ultimo, non facendo sport, inesorabilmente perderà col tempo parte della sua massa muscolare con conseguente diminuzione del metabolismo basale.
Il metabolismo basale, nella maggior parte dei casi, rallenta per una cattiva abitudine alimentare o per una mancante attività fisica. Un fattore principe di un metabolismo attivo è la massa magra, più muscoli abbiamo e più calorie consumiamo nel corso della giornata.

venerdì 23 settembre 2016

Sindrome metabolica: questione di stile. Scritto da Pompeo D'Ambrosio su "Io Corro".

Insieme delle caratteristiche formali di un’opera, di una scuola, di un’epoca, di un autore. Trasportato in senso lato, possiamo definirlo come il modo abituale di espressione, di comportamento, di azione. Di che stiamo parlando?
Che diamine, dello STILE! Facciamo ancora un piccolo sforzo, e adattiamo il concetto a ciò che ci riguarda, cioè la corsa. Essa rappresenta un momento fondamentale del comportamento quotidiano di chi la pratica. Ecco, siamo giunti al punto cruciale, lo “stile di vita”.

I migliori farmaci sono già dentro di noi. Scritto da Raffaele Morelli.

Raffaele Morelli.
Abbiamo sottovalutato per troppo tempo l'intelligenza della natura e, conseguentemente, l'intelligenza degli organismi viventi. Le piante sono in grado, secondo le ultime ricerche, di avvisare quando arrivano dei parassiti infestanti sulle loro radici (proprio come fa il nostro sistema immunitario). Naturalmente queste capacità vengono trasmesse agli organismi viventi che le assumono. Per questo non si raccomanderà mai abbastanza di mangiare sempre più frutta e verdura.

giovedì 22 settembre 2016

Articoli di Giorgio Rondelli sul Corriere della Sera, Blog di Corsa.

Allenamenti:
23-05-12. Il fondo lento, l'allenamento per tutti;
21-05-12. La sindrome da superallenamento;
18-05-12. Bicarbonato vs. acido lattico;
03-05-12. Istinto o tecnologia;
03-04-12. Questione di fibre;
27-03-12. Correre in gravidanza;
12-03-12. Correre o no con il dolore;
08-03-12. Potenziamento muscolare, il troppo danneggia;
13-02-12. Trova la tua velocità al km.;

Melagrana: mille virtù per la salute, tutte da scoprire. Tratto da "Oggi, benessere".

Uno scrigno di sostanze preziose per le arterie. Ma anche un delizioso rimedio antistress e persino una risorsa cosmetica. Ecco le tante proprietà benefiche di questo frutto dai chicchi succosi

Melagrana o melograno? Comunque lo chiamiate, resta sempre un frutto dalle mille virtù, tutte da scoprire. Forse non lo sapevate, ma il melograno è una delle piante con il più alto numero di miti, leggende e simboli. Tra i tanti, uno dei più diffusi in tutto il mondo è la fecondità, rappresentata dal frutto, probabilmente per via della sua forma tonda e dei moltissimi semi in esso contenuti. Ma è anche simbolo di fratellanza, prosperità, buon auspicio. Insomma, a seconda delle culture, la melagrana è considerata un frutto quasi magico.

mercoledì 21 settembre 2016

Allenamento corsa per dimagrire: 10 consigli da seguire. Tratto da QNM.

La corsa è lo sport perfetto per sviluppare muscoli e dimagrire senza attrezzi e senza ripetizioni noiose. Correre è molto più divertente della palestra e molto meno costoso: bastano infatti un paio di scarpe e un po’ di buona volontà. 
Vediamo quali sono i passi da compiere per far migliorare sempre più.
1- Visita medica: Il primo passo che bisognerebbe fare prima di andare a correre, è una visita accurata presso un Centro di medicina sportiva. Un elettrocardiogramma a riposo e dopo sforzo, un esame isperometrico e delle urine, sono sufficienti per avere un quadro generale della salute.

La salute nel piatto ad ogni età. Scritto dal Dott. Pier Luigi Rossi.

Il processo di invecchiamento per tutti, donne ed uomini, sta nel perdere muscolo, acqua corporea ed accumulare grasso per lo più localizzato nell’addome. Mantenere la massa magra muscolare ad ogni età è una scelta di medicina preventiva. Con il passare degli anni la dose giornaliera di carboidrati, in particolare pasta-riso-pane, va diminuita. Mentre va sostenuta la dose giornaliera delle proteine, meglio se vegetali e marine 
Molte persone con il passare degli anni avvertono un netto calo di energia e si sentono molto stanchi, privi di energia. Gran parte di questa sensazione di stanchezza e di privazione di energia vitale è causata dalla perdita di muscolo, del patrimonio proteico corporeo, in particolare si perdono enzimi, cioè proteine essenziali per avere un vitale metabolismo. Possiamo stare meglio con una intelligente alimentazione ad ogni età.

lunedì 19 settembre 2016

Allenamento settimana dal 19-09 al 25-09-16.

Lunedì, 19-09-16. Monte Urpinu, ore 12,00. Allenamento lentissimo all'interno del Parco di circa 40'. Totale km 7.
Martedì, 20-09-16. Campo Coni, ore 06,50. Riscaldamento 15' più allunghi e andature. Allenamento specifico in compagnia di Enrico Rivoldini. Enrico ha fatto 12 x 500 mt (media 1'41") mentre io ho fatto, al suo fianco, 12 x 400 mt (media 1'21", ultimo in 1'17"). 10' stretching. Totale km 7.
Mercoledì, 21-09-16. Mulinu Becciu, ore 18,00. Allenamento nelle vie di Mulinu Becciu con passo lento per circa 40'. Totale km. 8.

Influenza del peso sulla prestazione. Scritto da Ignazio Antonacci.

Abbiamo discusso diverse volte dell'importanza di avere un peso corporeo ideale per correre al meglio, oltre che per mantenere uno stato di benessere generale duraturo, ma purtroppo ancora la maggior parte dei podisti si portano dietro una mole molto pesante che non gli permette di migliorare e correre più a lungo e velocemente possibile. Prima di capire quali sono gli errori che si commettono , vediamo di spiegare alcuni termini tecnici riguardo la composizione corporea, il metabolismo basale e il consumo energetico in generale.

La malattia di Parkinson. Tratto da "Benessere.com".

A cura di Francesca Soccorsi con la consulenza del Prof. Gianni Pezzoli, Dirigente Medico specializzato in Neurologia e Neurochirurgia, Presidente della Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson, e del Prof. Ubaldo Bonuccelli, Direttore UOC Neurologia-Az.Ospedaliera Universitaria di Pisa, Presidente della Lega Italiana contro Malattia di Parkinson e Demenze (Limpe)
La Malattia di Parkinson – detta anche Morbo di Parkinson - è una malattia degenerativa del sistema nervoso centrale. Il termine “degenerativo” si riferisce a una perdita, lenta ma progressiva, di cellule nervose o neuroni in varie parti del cervello tra cui, in modo costante, nella sostanza nera. Si tratta di un’area cerebrale che, presentandosi più scura rispetto al restante tessuto nervoso, è visibile a occhio nudo. I neuroni della sostanza nera producono un neurotrasmettitore, cioè una sostanza che viene rilasciata da una cellula nervosa e che va a stimolare o a inibire un’altra cellula con cui ha un contatto, trasferendo così un’informazione; questo neurotrasmettitore è la dopamina, che influenza il funzionamento dei Gangli della base, ovvero strutture nervose essenziali per il controllo del movimento.

domenica 18 settembre 2016

Effetti positivi dell'attività fisica nei disturbi articolari. Scritto da Simone Diotallevi.

esercizi-osteoartrite
Quante volte ci è capi­tato di sen­tire dolore ad un ginoc­chio al punto dal bloc­carci nello svol­gi­mento delle nor­mali atti­vità quo­ti­diane? O di rinun­ciare agli alle­na­menti per via di una spalla o di un gomito indolenziti?
Spesso si dà la colpa al cam­biare del tempo o agli acciac­chi cau­sati dal pas­sare degli anni, ma quali sono le reali cause e quali i pos­si­bili rimedi?

Questo post ti aprirà... gli occhi?? Scritto da Alessia Belgiovine.

Quando ho iniziato mesi fa a curare di più il mio corpo, a fare più sport e mangiare in modo più sano ho iniziato ad informarmi leggendo su siti e siti, ascoltando nutrizionisti in televisione e seguendo trasmissioni specifiche sull’argomento per cercare di capire come funziona il nostro organismo e come mangiare non solo in modo sano ma in modo “giusto”. In che senso? Ora mi spiego meglio..

Villasimius, 18-09-16. NATURE RACE 2016. Presentazione gara.

VILLASIMIUS NATURE RACE 2016 – Regolamento

La Run For Joy ASD, con il patrocinio del comune di Villasimius(CA) e dell’Area Marina Protetta di Capo Carbonara, organizza la seconda edizione della Nature Race, che quest’anno assumerà la denominazione di “VILLASIMIUS NATURE RACE”.
La manifestazione si terrà il 18 settembre 2016 e avrà carattere di gara sportiva non agonistica e non classificabile.

sabato 17 settembre 2016

VO2 max & soglia: cosa e perché. Scritto da Giuseppe Zampogna.

Nel mondo dello sport si sente sempre parlare di VO2 max ma esattamente cos’è ? A cosa serve?
Il V02 max rappresenta la quantità massima di ossigeno fornita dal sangue e utilizzata dai muscoli.
E’ un importante indicatore di successo per un atleta, ma non è il solo e non necessariamente il più importante determinatore della performance.
Sono sincero: molti atleti di cui mi sono occupato non sapevano minimamente il valore del loro VO2 max e tra questi anche campioni olimpici e mondiali in diverse discipline.

Studiare VO2 max e FC max permette l’individuazione dell’allenamento più
corretto per i tuoi parametri individuali
A cosa serve? Calcolando esattamente laVO2 max si ottiene conseguentemente la FC max (massima frequenza cardiaca) e tramite questi parametri è possibile impostare allenamenti mirati ed efficaci.
Questo non vale solo per gli sport individuali ma anche per quelli di squadra: vedere giocatori della stessa squadra correre insieme per un fisiologo è piuttosto deprimente.
Ogni giocatore ha una propria Frequenza Cardiaca massima (FC max) e dovrebbe impostare l’intensità del lavoro aerobico sulla stessa.

I più grandi errori commessi per dimagrire. Scritto da Gianluca Rini su "QNM".

i-piu-grandi-errori-commessi-per-dimagrire
Quali sono i più grandi errori commessi per dimagrire? In fin dei conti perdere qualche chilo di troppo costa sempre tanta fatica. A volte ci illudiamo di poter raggiungere il nostro obiettivo con estrema facilità, ma non è tutto semplice come sembra. Per dimagrire ci vuole la giusta attenzione, evitando di incorrere in degli sbagli che è facile commettere, se non si è consapevoli di molti elementi. E’ importante non perdere di vista lo scopo che ci si prefigge, ma allo stesso tempo bisogna stare sempre all’erta. Se volete saperne di più a questo proposito, ecco che cosa dovreste evitare, per riuscire a ritornare in forma.

venerdì 16 settembre 2016

Quartu Sant’Elena, 16-09-16. “Qurri” la mia gara con Armando. Scritto da Antonello Vargiu.

Antonello Vargiu e Armando Xaxa.
La gara denominata Qurri si svolge proprio in pieno centro a Quartu in coincidenza con la festa patronale in onore di Sant’Elena. La gara competitiva è lunga poco più di 6,5 km e si sviluppa in due giri molto ampi e lunghi mentre la gara non competitiva consta di un solo giro da 3,3 km circa. Già da circa due settimane prima della gara avevo messo in preallarme Armando Xaxa (atleta ipovedente) che se avesse voluto avremo fatto la gara assieme. Così è stato. Armando abita in Viale Colombo (angolo con Viale Marconi) per cui in teoria a pochi passi dal punto di ritrovo della gara. Il problema è che non ci sono parcheggi vicino a casa sua quindi occorre trovare un parcheggio alla mia macchina per poi presentarci al ritrovo gara. Dopo un bel po' di km per trovare il parcheggio finalmente abbiamo trovato un buon posticino a poche centinaia di metri da Piazza Sant’Elena.

Quartu Sant'Elena, 16-09-16. Qurri 2016 - Gara casalinga, con mamma e papà. Scritto da Davide Mallus.

Davide Mallus.
Quand’ero piccolo assistevo spesso alle gare podistiche organizzate durante la festa di Sant'Elena. Erano gli anni ’80. Ricordo anche di aver chiesto l’autografo ad un certo Francesco Panetta, campione internazionale di quel periodo. Le gare erano per me uno dei tanti eventi nel programma dei festeggiamenti. Guardavo con interesse senza però immaginare di correre.
Oggi, a distanza di tanti anni, provo un piacere speciale e un emozione indescrivibile. Una gara nella mia città e nelle strade che calpesto quotidianamente (forse un po’ troppo con l’auto), un’occasione unica nella quale la mia passione si unisce ad un ambiente familiare e ricco di addobbi. Le strade in cui si svolgerà la gara saranno prive di auto e sarà possibile correre con tanto spazio a disposizione, col contorno di palme e bandierine.

Quartu Sant'Elena, 16-09-16. Qurri. Corsa Competitiva di 7 km. Presentazione gara.

La tendinite: cause e rimedi. Scritto da Salvatore Pisana.

Il tendine di Achille è il tessuto fibroso che collega il tallone ai muscoli posteriori della gamba, quelli del polpaccio. Si tratta del tendine più grande e più forte del corpo.
Una delle patologie più comuni fra i podisti è l’infiammazione al tendine d’Achille, chiamata tendinite. Questa patologia è caratterizzata da microlesioni, e talvolta gonfiore, del tendine che causano dolore nella parte posteriore della caviglia.

L'uso dei dolcificanti artificiali: falso aiuto nella regolazione del peso. Scritto da Manuela Pierobon sul sito "Dietagift".

dol.jpg
Dolcificanti artificiali o edulcoranti che dir si voglia: ma chi sono costoro per essere entrati così prepotentemente nella dieta di tutti i paesi industrializzati?
Sono sostanze di sintesi, cioè che nascono in laboratorio, utilizzate per conferire sapore dolce ad alimenti e bevande, sono caratterizzati da un elevato potere dolcificante (anche 500 volte più dello zucchero comune) ed hanno un impatto calorico prossimo allo zero.

giovedì 15 settembre 2016

Il corpo dopo mangiato. Scritto dal Dott. Pier Luigi Rossi.

Dott. Pier Luigi Rossi.
Ogni volta che mangiamo il nostro sangue cambia la sua composizione in rapporto agli alimenti ingeriti. Noi non mangiamo le Calorie ma le Molecole, cioe' i principi nutritivi come carboidrati, proteine, lipidi, minerali, vitamine, fibra alimentare e molecole dotate di azione sul DNA detti modulatori genici, acqua!
Due persone possono scegliere di mangiare un piatto di pasta o una porzione di formaggio. Questi alimenti possono fornire 400 calorie, ma ciascuna persona pur mangiando lo stesso numero di calorie avranno la composizione del loro sangue diversa. Chi ha mangiato la pasta avra' il glucosio (la glicemia) e insulina.
Chi ha mangiato formaggio avra' trigliceridi ed aminoacidi.

10 combinazioni alimentari che aiutano a migliorare la digestione. Tratto da "Ambiente Bio".

Uno degli aspetti fondamentali per uno stile di vita salutare è quello di massimizzare la capacità del vostro corpo di digerire nel modo migliore assimilare le sostanze nutritive. La combinazione dei cibi favorisce  una digestione ottimale permettendo al corpo di utilizzare i nutrienti nel modo corretto, attivando le reazioni biochimiche che promuovono la salute e il benessere , invece di creare infiammazioni , parete indebolita da malassorbimento intestinale , e in questo modo aprire una porta alle infezioni e alle malattie. 

mercoledì 14 settembre 2016

Crescita muscolare, esercizio, integrazione o alimentazione? A cura di Mario Agamennone.

Mario Agamennone.
Mi sono allenato a livello agonistico per molti anni. Naturalmente ho fatto uso di integratori e devo ammettere che ho trovato sempre il giusto equilibrio tra esercizio, alimentazione e integrazione. 
I risultati sono venuti da soli.
Le mie sedute di allenamento duravano in media 3-4 ore al giorno, per la preparazione alla gara, e in più insegnavo 2-4 ore al giorno di attività aerobica, per un totale di 6-8 ore. 

Integratori: ruolo e importanza nella dieta di un individuo. Scritto da Alessandro Brancato.

Gli integratori sono alimenti particolari la cui principale funzione è correggere le insufficienze alimentari. Sono sicuramente utili in caso di diete non perfettamente bilanciate (situazione molto comune al giorno d’oggi) o in caso vi sia un aumento del fabbisogno di alcuni nutrienti nelle diete, come ad esempio un’intensa attività sportiva, ma a causa delle stile di vita frenetico e delle perdita di qualità dei cibi a livello nutritivo sono un valido aiuto-supporto per garantire il fabbisogno quotidiano di nutrienti non facoltativo ma NECESSARIO per ottenere il BENESSERE desiderato.

martedì 13 settembre 2016

10 ragioni per assumere la spirulina tutti i giorno. Tratto da "Ambiente Bio".

alga spirulina2
La spirulina è la miglior fonte di proteine vegetali, con un contenuto proteico pari al 65%, più elevato di qualsiasi altro alimento naturale.
La spirulina è un alga azzurra unicellulare dalla forma stretta ed allungata (non supera il mezzo millimetro). Diffusa nelle acque salmastre, privilegia le zone tropicali e subtropicali dove si avvantaggia del pH idrico alcalino che le caratterizza. Abbiamo già avuto modo di parlare delle proprietà di quest’alga in un precedente articolo, vediamo come questo integratore spicca rispetto agli altri e perchè è consigliato di usarlo tutti i giorni:

Attivare il metabolismo per perdere grasso. Scritto da Ignazio Antonacci su "Running Zen".

 C’è da fare una distinzione tra perdere peso corporeo e perdere grasso (tessuto adiposo). Molte volte chi si mette a dieta ed ha intenzione di dimagrire va incontro a degli errori di valutazione grossolani e di comportanti che non fanno altro di perdere del tempo prezioso per arrivare al raggiungimento dell’obiettivo prefissato: perdere grasso corporeo! Come ben sappiamo e abbiamo visto diverse volte è necessario di conoscere la nostra composizione corporea prima di affrontare qualsiasi azione che ci porterà al dimagrimento intelligente.

lunedì 12 settembre 2016

L'ultramaratona Cagliari-Sassari. Un pezzo di storia, dimenticato, dell'Ultramaratona italiana (Maurizio Crispi).

  La Cagliari-Sassari è stata per alcuni anni un'ultramaratona frequentata da pochissimi "pionieri" dell'Ultramaratona italiana ed estera: una gara per pochi intimi, nelle sue non numerose edizioni.
Si correva da Cagliari a Sassari seguendo il percorso della vecchia "Carlo Felice" che è la strada statale (oggi rinnovata e trasformata in superstrada che non passa più attraverso i centri abitati e conosciuta come SS131), chiamata con questo nome perchè, nel suo tracciato originario, fu fatta costruire da Carlo Felice di Savoia.

Cure naturali per la depressione. Tratto dal sito "inerboristeria".

Parco di San Michele a Cagliari. Luogo adatto alla riflessione.
Desiderate sapere quali cure naturali agiscono contro la depressione? Noi le conosciamo e le condividiamo volentieri con voi.
Cure naturali depressione? Nessun problema sei ne posto giusto, le cure naturali per la depressione vengono spesso snobbate dalla maggior parte delle persone che soffrono di questo problema, preferendo mettersi nelle mani della medicina o della psichiatria; sebbene questi trattamenti risultino efficaci e ormai sicuri al 100%, non bisogna però dimenticare che madre natura ci ha fornito alcune soluzioni e alcune cure naturali per la depressione altrettanto potenti e, soprattutto, senza effetti collaterali.

Allenamenti settimana dal 12-09 al 18-09-16.

Lunedì, 12-09-16. Riposo assoluto.
Martedì, 13-09-16. Mulinu Becciu, ore 08,00. Allenamento lento di circa 40'. Totale 8 km.
Mercoledì,14-09-16. Riposo assoluto.
Giovedì, 15-09-16. Mulinu Becciu, ore 16,00. Allenamento in Via Setzu con una temperatura molto alta (circa 30 gradi) e umida. Ho fatto 8 km percorrendo la Via Setzu dalla parte più alta sino alla parte bassa (250 mt) e viceversa. Partenza lenta con progressione intensa sino alla fine. 1° km a 5'24" ultimo km a 4'00". 8 km in 36' con media a 4'30" a km (560 calorie).

venerdì 9 settembre 2016

Cross d'inverno e corri forte in primavera! Scritto da Salvatore Pisana.

La corsa campestre, chiamata anche cross, è una branca dell’atletica leggera, che dal 1904 al 1924 è stata una specialità olimpica, sia come competizione individuale che a squadre. Nell’era moderna ha trovato una sua collocazione nel periodo invernale. L’evento sportivo più importante legato a questa disciplina è rappresentato dai Campionati Mondiali di Cross che si disputano con cadenza biennale.
Molti atleti specialisti, sia della pista che della strada, si cimentano in questo tipo di corsa per diversificare l’attività. Inoltre, visto il tipo di fatica da affrontare dovuta alle asperità del terreno, alla pioggia e al freddo, la corsa campestre aiuta a fortificare sia i muscoli che la mente.

7 alimenti che non dovrebbero essere conservati in frigo. Scritto da Agnese Tondelli su "Ambiente Bio".

frigorifero
Il frigorifero è uno degli elettrodomestici che siamo soliti utilizzare maggiormente in casa. Grazie alla sua capacità di mantenere basse temperature, infatti, ci aiuta nella conservazione degli alimenti.
Però, non tutti i cibi sono adatti a essere conservati in frigorifero. Molti, ad esempio perdono il loro sapore e, invece di allungare la loro durata di conservazione, la riducono.
Prendiamo ad esempio la frutta: la cosa migliore da fare sarebbe quella di consumarla fresca, di stagione e in tempi rapidi.
Per regolarci al meglio, evitando di fare errori, vediamo adesso un piccolo elenco di cibi regalati dalla natura che è preferibile conservare fuori dal nostro elettrodomestico.

giovedì 8 settembre 2016

I ragazzi abbandonano lo sport: troppe pressioni e illusioni. Scritto da Mabel Bocchi.

L’80% dei bambini italiani in età pre-puberale pratica almeno uno sport, ma verso i 14 anni, proprio durante la fase di sviluppo più delicata e in cui l’attività fisica sarebbe un vero toccasana per la crescita del ragazzo a livello fisico, psicologico e sociale, questo esercito di mini atleti si riduce drasticamente.
Divenuti adolescenti, la metà di loro abbandonano. Cosa succede? Quali i motivi di questa improvvisa disaffezione? Il fenomeno, denominato “drop out”, sempre più diffuso, ha attirato l’attenzione di numerosi psicologi, terapeuti, istruttori che hanno individuato attraverso i loro studi varie e differenti motivazioni. 

Le 5 terribili bugie che ti raccontano sul cibo. Tratto da "Il Fattaccio".

E’ QUALCOSA CHE SAI GIA’ BENE MA PREFERISCI IGNORARE
L’industria alimentare si basa quasi interamente su una serie di menzogne vendute a buon mercato. Bastano delle foglie di lattuga che svolazzano, fresche, in una pubblicità o una famigliola felice e sorridente riunita attorno ad un pollo ben cucinato per illudere il consumatore che quel prodotto sia del tutto naturale.  Ma cosa c’è dietro? Proviamo a tracciare una linea di demarcazione tra ciò che vogliono farti credere e ciò che realmente compri. E’ necessario, soprattutto se il cibo che si acquista non ha nulla a che fare con quello dedotto nell’etichetta. Poniti qualche domanda la prossima volta che dovrai comprare…

mercoledì 7 settembre 2016

La frequenza vibrazionale degli alimenti (tratto da iconicon.it).

L’ing. francese Andrè Simoneton era un esperto in elettromagnetismo. Gravemente ammalato e senza speranza di guarigione, riacquistò la salute con il vegetarianismo e, negli anni ’30 e ’40, collaborò allo studio delle vibrazioni degli alimenti utilizzando i lavori di altri importanti ricercatori.
Ogni alimento, come ogni essere vivente, oltre ad avere un potere calorico (chimico-energetico) ha anche un potere elettromagnetico (vibrazionale). Servendosi di apparecchiature scientifiche, misurò la quantità di onde elettromagnetiche degli alimenti, classificandoli in base a queste.

Premessa

Riassumiamo brevemente la costituzione delle cellule e la definizione del rapporto acido/basico.
La cellula è l’elemento fondamentale di cui sono composti tutti i tessuti di un organismo, sia esso umano, animale o vegetale. È una singola unità di materiale vivente capace di autoriprodursi. Una cellula assomiglia ad un uovo e si compone di:
1. Nucleo (ad es. il tuorlo): è la parte centrale adibita alla riproduzione e all’accrescimento della cellula;
2. Citoplasma (ad es. l’albume): è l’elemento che consente alla cellula di contattare ed interagire con l’ambiente esterno; è infatti in grado di irritarsi, contrarsi, assorbire, espellere e respirare. Nel citoplasma si trovano corpuscoli di varia forma e volume che fanno parte del sistema vivente della cellula (ad es., i mitocondri).