sabato 22 giugno 2024

10 sintomi che indicano la tua intolleranza al glutine. Tratto da "Ambiente Bio".

celiachia4
Più di 55 malattie sono state collegate al glutine, la proteina presente in alcuni cereali quali frumento, avena, orzo, segale, farro, kamut, spelta e triticale. Si stima che al 99 % delle persone che hanno sviluppato un’ intolleranza al glutine, non sia diagnosticato il problema . E questo nemmeno per molti casi di celiachia.
Recentemente è emerso che il cibo OGM aumenterebbe il numero di malati di celiachia,  a sostenerlo è il rapporto presentato dall’Institute for Responsible Technology (IRT) in accordo con i dati pubblicati dallo US Department of Agriculture, dallo US Environmental Protection Agency e da alcune ricerche internazionali pubblicate su numerose riviste scientifiche.

venerdì 21 giugno 2024

Dieta, colesterolo e proteine spiegati in parole semplici. Fonte: Authority Nutrition.

Colesterolo
Poche cose nel campo della nutrizione sono controverse come colesterolo e rischi di infarto. Ed entrambi sono collegati al modo in cui mangiamo.
C’è una mole immensa di ricerche su questo argomento, ma molte di queste ricerche sono inquinate da scopi commerciali, quindi sono poco attendibili.
In più, un’alta percentuale di professionisti della salute sembra basare le sue raccomandazioni su conoscenze ormai datate.

giovedì 20 giugno 2024

Tiroide: cibi e consigli per risvegliarla. Scritto da Marta Albè su GreenMe

tiroide
La tiroide è una ghiandola endocrina posizionata a livello del collo. Ha il compito di regolare il metabolismo. Inoltre, determina il flusso sanguigno diretto verso i vari organi del nostro corpo. Le cellule, grazie al sangue, ricevono ossigeno e nutrienti.
A seconda dello stato di funzionamento della tiroide, ciò può avvenire in maniera più o meno rapida. Quando la tiroide non funziona al meglio, si parla di ipertiroidismo o di ipotiroidismo.

mercoledì 19 giugno 2024

I Segreti del PH. Dal sito "Un Lungo Sogno".

ph equilibrato
Il corpo umano potrebbe tranquillamente arrivare ai 120 anni, eppure nessuno riesce a raggiungere questa veneranda età. Le cause di questo, se escludiamo gravi patologie, possono essere collegate al pH. L’equilibrio del pH è la chiave per vivere una vita sana e piena di energia.

I concetti di salute e guarigione si basano sulla nozione di equilibrioSi è in equilibrio soltanto quando internamente c’è equilibrio tra acidità e alcalinità. Questo equilibrio è l’equilibrio più cruciale dell’organismo ed è essenziale per garantire salute, energia e vitalità.

lunedì 17 giugno 2024

Mulinu Becciu, 17/06/24, ore 11:00. Avanti e indietro, 11,35 km in 1:00 ora.

Allenamento di 1:00' nel falsopiano tra le vie Setzu e Binaghi a Mulinu Becciu (ascesa totale 142 mt). Caldo intenso (27°) per via dell'altissimo tasso di umidità. Partenza con 5' di riscaldamento (passo a 6'24") per poi fare 10' di aerobico rigenerante a una media di 5'15". Il lavoro di oggi consiste nel fare 8 X (3' di aerobico intenso a 4'25" di media e 1' di camminata all'indietro) + 8' di aerobico a 4'15". Chiusura allenamento con 5' di defaticante a 6' a km. Totale 1 ora pari a 11,35 km a un passo medio di 5'17". 

Uta, 15/06/24, ore 19:30. Gara su strada valida come titolo regionale sui 5 km.

Gara su strada a Uta valida come campionato sui 5 km. Temperatura di 24° con leggero vento di scirocco. Km 5,11 in 19'58" a una media di 3'55". Questo la velocità dei km: 1° 3'37"; 2° 3'55"; 3° 4'00"; 4° 3'59"; 5° 4'02"; 0,10 3'16". Calorie consumate 323 con FC media di 147 (max 152). Cadenza di corsa media di 186 (max 213) e lunghezza media del passo di 1,38 mt. 82° assoluto su un totale di 185 arrivati, 2° di categoria (1° Pietro Uras in 19'04").

venerdì 14 giugno 2024

La corsa dal punto di vista di un atleta psicologo. Scritto da Matteo Simone (Corridori.net, 03-09-2008).

Perché uno corre?
Si inizia a correre per esempio perché invogliati da un amico, o su indicazione di un medico, o per partecipare a una corsa non competitiva.
Che succede dopo aver provato a correre?

In genere non si torna subito a correre perché la fatica ha lasciato il segno, ma, per pochi diventa un’occasione per fare qualcosa insieme, per stare con altri, per frequentare un gruppo, per stare all’aria, per tenersi in forma. Ci si incontra, si ha uno spazio e un tempo riservato, ci si interessa ai mondi altrui che piano piano si schiudono all’altro, si organizzano cene, viaggi.

giovedì 13 giugno 2024

La ritenzione idrica. Scritto dal Dott. Pier Luigi Rossi.

Dott. Pier Luigi Rossi.
Come sapere se una persona trattiene troppi liquidi e conoscere il motivo? Dove sono localizzati questi liquidi in eccesso?

Noi siamo composti da acqua, almeno il 55 % del nostro peso deve essere acqua. Ciascuno può fare la sua valutazione. Però con il passare degli anni il corpo umano, donne e uomini, perde acqua. Il processo di invecchiamento consiste nel perdere muscolo, acqua ed accumulare grasso corporeo. Il peso totale non varia, ma cambia la composizione del corpo. Per conoscere la propria composizione corporea è utile eseguire una indagine, si chiama impedenziometria. E’una indagine incruenta, veloce, utile anche per conoscere la propria età biologica. Più acqua perdiamo e più siamo “vecchi”. L’acqua corporea si divide in acqua che sta all’interno delle cellule (acqua intracellulare) ed acqua che è fuori delle cellule (acqua extra cellulare).

lunedì 10 giugno 2024

Alimenti utili contro la stanchezza. Tratto da "Ambiente Bio".

alimenti e stanchezza
La stanchezza rappresenta uno stato d’animo e fisico molto frequente, a volte basta un pò di riposo in più, altre volte fare un pò più di movimento ci può essere utile, altre volte ancora è indispensabile modificare la nostra alimentazione inserendo dei cibi che ci possono aiutare. Una corretta alimentazione ci aiuta a trovare il giusto equilibrio e a migliorare il nostro benessere. Per mantenere un ottimo livello energetico, le sostanze che non dovrebbero mancare a tavola sono: carboidrati per produrre energia immediata, ferro per mantenerla più a lungo,magnesio per la vitalità, vegetali per le vitamine,  fibre per saziare e sali minerali perché sono indispensabili in molti processi metabolici.Vediamo insieme quali cibi possiamo inserire nella nostra alimentazione per aiutarci nei momenti di stanchezza a recuperare velocemente.

domenica 9 giugno 2024

Sassari, 09/06/24, ore 09:40. Gara su pista di 5.000 per il campionato individuale master. 19:45" a 3'57" a km.

Gara su pista di 5.000 mt per i campionati master a Sassari. Tempo impiegato 19'44"55 a una media di 3'57". Partenza a 3'55" poi 2° e 3° km a 3'57" 4° a 3'58" mentre l'ultimo a 3'56". Unico atleta della categoria SM65 e conquista del titolo regionale (come lo scorso anno).   

giovedì 6 giugno 2024

Questo post ti aprirà... gli occhi?? Scritto da Alessia Belgiovine.

Quando ho iniziato mesi fa a curare di più il mio corpo, a fare più sport e mangiare in modo più sano ho iniziato ad informarmi leggendo su siti e siti, ascoltando nutrizionisti in televisione e seguendo trasmissioni specifiche sull’argomento per cercare di capire come funziona il nostro organismo e come mangiare non solo in modo sano ma in modo “giusto”. In che senso? Ora mi spiego meglio..

mercoledì 5 giugno 2024

Zucchero e dolcificanti. Scritto da Filippo Ongaro.

shutterstock_140666902
La ricerca scientifica nell’ambito della prevenzione e dell’antiaging ci fornisce sempre più indicazioni sul ruolo fondamentale che hanno la nutrizione, l’uso di integratori alimentari, l’esercizio fisico e le tecniche di rilassamento nel mantenerci sani e in forma. Uno degli aspetti per troppo tempo trascurati nella pratica clinica è il ruolo di una glicemia ottimale nel mantenere la salute e rallentare l’invecchiamento. Molti studi hanno confermato che più si lascia la glicemia salire, anche se al di sotto dei limiti massimi oltre i quali si parla di diabete, più aumenta il rischio di sviluppare il diabete stesso e una lunga serie di malattie tra cui infarto, ictus, insufficienza renale e cancro.

sabato 1 giugno 2024

Molentargius. 01/06/24, ore 11:20. Allenamento di 1:15' con variazioni di ritmo.

Allenamento nello sterrato di Molentargius basato più sulla lunga distanza che non sulla velocità. Si parte con un riscaldamento di 5' alla velocità di 6' a km per poi fare per 5 volte quanto segue: (6' a passo lento (5'30") + 6' a passo leggermente più veloce (5'00") + 30" di allungo (a 4' a km) + 30" di camminata veloce) e chiudere con un defaticante di 5' a 6' a km. Totale 14,22 km in 1:15' a una media di 5'16".