lunedì 24 ottobre 2016

L'importanza di farsi seguire da un allenatore. Scritto da Salvatore Pisana.

Allenatore
"Un allenatore è qualcuno che ti dice quello che non vuoi sentire, ti fa vedere quello che non vuoi vedere, in modo che tu possa essere quello che hai sempre saputo di poter diventare."

Tom Landry

La corsa, tra tutti gli sport, è forse quello maggiormente alla portata di tutti: non necessita di particolari strutture sportive né attrezzature, bastano solo abbigliamento adatto, un buon paio discarpe da running, un cronometro e il gioco è fatto. Proprio per questo suo carattere pratico, chi decide di iniziare a correre spesso lo fa in totale autonomia: l'allenamento alla corsa fai da te è molto diffuso. Ed è qui che, presto o tardi, sorgono i problemi.
Sottoporre il proprio fisico ad un allenamento errato, prima o poi, causerà inevitabili e spiacevoli conseguenze: postura errata, infortuni, sovraffaticamento, solo per citare alcuni esempi. Per questo motivo è importante non sottovalutare la figura dell'allenatore, già dal primo approccio alla corsa.

Abituare il proprio fisico sin dall'inizio a mantenere la corretta postura durante la corsa, eseguire correttamente lo stretching, imparare ad impostare le sedute di allenamento durante la settimana, capire quali sono gli obbiettivi che si possono raggiungere in base alla propria condizione fisica, sono solo alcuni degli aspetti fondamentali per un podista e che richiedono l'aiuto di un esperto del settore.

Grazie ai consigli dell'allenatore, i risultati si vedranno presto, sicuramente prima di quanto non si farebbe allenandosi autonomamente.
Ovviamente la tentazione di fare da sé sarà sempre dietro l'angolo, ma è consigliabile lasciarle un po' di spazio solo dopo parecchio tempo, quando ormai si è diventati sufficientemente esperti da poter fare da sé e si è acquisita una buona conoscenza del proprio corpo. Anche in questo caso, però, è bene non abbandonare completamente la figura dell'allenatore. Se infatti si decide di partecipare ad una gara, o semplicemente si vuole impostare un buon allenamento per mantenersi in forma, l'allenatore potrà stilare una tabella di allenamento personalizzata che terrà conto delle caratteristiche fisiche del podista, degli obbiettivi che vuole raggiungere e che il runner potrà seguire senza necessariamente incontrarsi con l'allenatore, perchè avrà raggiunto ormai l'autonomia nell'esecuzione delle varie fasi di allenamento. Saranno sufficienti soltanto pochi incontri periodici con l'allenatore che, valutando i risultati riportati dal podista in allenamento, deciderà come proseguire.
Per chi decide di partecipare frequentemente a gare di corsa, è consigliabile l'iscrizione ad un gruppo podistico: così facendo sarà costantemente seguito da un allenatore, traendo in più benefici dal confronto con i propri compagni di allenamento.

Per entrare nel sito "Running Italia" clicca qui.

Nessun commento:

Posta un commento