domenica 6 aprile 2014

Cagliari, 06-04-14. 5^ Maratona di Cagliari e 31^ Vivicittà.

Partenza gara.
Si è trattato di un abbinamento del tutto inedito quello tra la 5^ Maratona di Cagliari e la Vivicittà. Fidal e UISP hanno messo in comune le proprie forze per creare nel capoluogo isolano una vera festa dell’atletica. Grande impegno per la Futura Cagliari che ha messo in campo una eccellente organizzazione di volontari che hanno dato il loro contributo alla buona riuscita della manifestazione, in particolare Andrea Culeddu ed altri atleti della Futura Cagliari, che in tale circostanza hanno dovuto dismettere i panni di atleti per dedicarsi alla perfetta riuscita della manifestazione.
Giuseppe Mura.

La Futura Cagliari con il contributo della U.P.S. Solidarietà e l’organizzazione Cultura e Sport Onlus oltre ad un ampio numero di volontari, hanno potuto utilizzare gli ampi spazi della Capitaneria di Porto per accogliere migliaia di atleti giunti da tutta la Sardegna.  La giornata, dal punto di vista climatico, è perfetta. Alle 9 in punto, ai piedi della statua di Carlo Felice in piazza Yenne, “cuore” della cittadina sarda, si ritrovano circa 2000 atleti. I più numerosi sono quelli della non competitiva, che dovranno fare solo 4,5 km., e tantissimi lo faranno in compagnia del proprio cane. Sono numerosi anche coloro che fanno la Vivicittà, gara di 12 km., con circa 500 iscritti, mentre i maratoneti sono poco meno di 200. E’ prevista anche una maratona a staffetta, che in questa edizione cambia formula diventando una 2 x 21,097. Per i più piccoli, nell’area di arrivo, è prevista la gara Kids Run. 
Michele Merenda.
Il percorso è completamente rinnovato rispetto alle passate edizioni e per i primi 10 km. i maratoneti corrono al fianco dei partecipanti alla Vivicittà. Complessivamente si tratta di un percorso pianeggiante dove la fase più faticosa si trova nel lungo tragitto di leggera salita che conduce sino alla Piazza Giovanni attraverso la via Dante (da 0 a 42 mt. di altitudine). Per coloro che fanno la Vivicittà è previsto il transito all’interno della zona centrale della città con la parte finale nel nuovissimo lungomare che dalla zona di Su Siccu conduce sino al Molo Ichnusa per chiudere poi la gara nel lato Porto. I maratoneti invece fanno un percorso che si dilunga all’interno del Parco di Molentargius per attraversare parte della cittadina di Quartu sino al punto più a nord del Poetto. Nella fase di rientro percorrono tutto il litorale marino utilizzando i 3 km. di pista ciclabile per poi indirizzarsi verso la città e terminare la gara passando nello stesso punto dove sono già transitati gli atleti della Vivicittà.
Antonello Vargiu.
Vediamo, in estrema sintesi, come sono andate le diverse gare. Partiamo dalla Vivicittà. Il vincitore è stato Giuseppe Mura con il tempo di 40’04”. L’atleta della Futura Cagliari ha staccato di una manciata di secondi (8) Michele Merenda (Cagliari Marathon) dopo un lunga fase dove i due atleti Senior hanno gareggiato affiancati. Al terzo posto è arrivato Roberto Siddi (SM40, Acli Samassi), staccato di oltre 3 minuti dai primi,  mentre quarto è Marcello Serra (SM40, Sardegna Karalis). Dal 5° al 9° posto un gruppo di 5 atleti arrivati in 8”. Sono Giampietro Dessì (SM40, Polisportiva Santa Vittoria Esterzili), Angelo Contu (SM50, Atl. San Sperate), Alessandro Mameli (SM40, Tespiense Quartu), Giampiero Riggio (SM40, Atl. San Sperate) e Sulis Alberto (Senior, Alipes). Questi gli atleti arrivati sino al 15° posto della Vivicittà con i relativi tempi: 1° Giuseppe Mura arrivato in 40’04”; 2° Michele Merenda  in 40’12”; 3° Roberto Siddi in 43’24”; 4° Marcello Serra in 43’56”; 5° Giampietro Dessì in 45’20”; 6° Angelo Contu in 45’20”; 7°  Alessandro Mameli in 45’24”; 8° Giampiero Riggio in 45’26”; 9° Sulis Alberto in 45’28”; 10° Roberto Caria (SM40, Pionieri Mogoro) in 45’46”; 11° Giorgio Lecca (SM40, Sardegna Karalis) in 45’47”; 12° Efisio Erriu (SM40, Runners Cagliari) in 45’54”; 13° Antonello Vargiu (SM55, Futura Cagliari) in 46'04"; 14° Danilo Mastino (SM35, Olympia Villacidro) in 46’56”; 15° Raffaele Leone (SM35, Marathon Club Oristano) in 47’02”.
Giulia Innocenti.
Per quanto riguarda la mia gara (Antonello Vargiu) sono molto soddisfatto.  La distanza della Vivicittà era di oltre 300 mt. più lunga (Km. 12,350) per cui avendola chiusa in 46'04" è risultato una media a km. di circa 3'45" mentre le calorie consumate sono state 856. Questi i tempi per km.: 1° in 3'31"; 2° 3'40"; 3° 3'39"; 4° 3'51"; 5° 3'59"; 6° 3'53"; 7° 3'37"; 8° 3'30"; 9° 3'50"; 10° 3'47"; 11° 3'50"; 12° 3'49"; 1'08". Ottima partenza sfruttando a dovere la discesa del Largo Carlo Felice mentre i momenti più duri sono stati nella lunga salita di Via Dante dove mi sono avvicinato ai 4' a km. Molto bene invece la leggera discesa di Via Baccaredda, dove ho toccato la massima velocità a km. (3'30"), per poi fare gli ultimi km. a una velocità tranquilla sui 3'50".
In campo femminile nella Vivicittà primeggia in assoluto la Senior Giulia Innocenti (CUS Cagliari) chiudendo la propria gara in 47’43” al 20° posto in assoluto.
Gisella Saba.
Al secondo posto arriva Gisella Saba (SF35, Marathon Club Oristano) con un ampio distacco rispetto alla Innocenti (oltre 4’). Occorre comunque considerare che l’atleta oristanese è partita con circa 2’30” di ritardo rispetto al gruppo. Terzo posto per Pierina Ledda (SF, Atl. Santadi), seguita da Marisa Cau (SF50, Gruppo Pol. Assemini), Eleonora Fois (SF35, Pod. San Gavino) e Judith Van Eijk (SF45, Futura Cagliari). Queste le prime 10 atlete arrivate con i rispettivi tempi: 1^ (20^ assoluta) Giulia Innocenti arrivata in 47’43”; 2^ (67^) Gisella Saba in 52’05”; 3^ (75^) Pierina Ledda in 52’55”; 4^ (79^) Marisa Cau in 53’20”; 5^ (83^) Eleonora Fois in 53’40”; 6^ (92^) Judith Van Rijk in 54’21”; 7^ (96^) Alessandra Ennas (Senior, Libero) in 55’02”; 8^ (101^) Monica Alberti (SF40, Ed. Sanna Elmas) in 55’17”; 9^ (106^) Maria Pasquale Canu (SF55, Alghero Marathon) in 55’42”; 10^ (128^) Marina Trudu (SF50, Futura Cagliari) in 57’13”. Complessivamente sono stati 445 gli arrivi della Vivicittà con 311 uomini e 134 donne.
Abdelhadi Tyar.
In quanto alla maratona vediamo come sono andate le cose.  I primi quattro atleti sono tutti marocchini. Tra questi il più veloce è stato Abdelhadi Tyar che ha vinto la maratona in 2:20’37” mentre al secondo e terzo posto arrivano quasi assieme Jilali Jamali e Said Douirmi con quasi 6 minuti di distacco dal primo. Quarto posto per l’atleta marocchino residente a Olbia, Oualid Abdelkader (Civitas Olbia), alla sua prima maratona (2:28’43”).
Oualid Abdelkader.
Ottimo 5° posto di Vincenzo Tanca (SM35, Atletica San Teodoro) con un buon 2:33’57” seguito da Gian Nicola Manca (SM40, Pol. Uta 2000) e Andrea Porta (SM40, Pod. San Gavino) arrivati rispettivamente in 2:41’44” e 2:43’11”. Questi gli altri atleti sino al 15° posto: 8°  Tiziano Mascia (SM35, Atl. Dolianova) in 2:51’05”; 9° (10° assoluto) Massimiliano Nocco (SM40, Zitto e Corri) in 2’58’30”;  10° (11°) Giuliano Murredda (SM40, Gr. Pod. Assemini) in 2:58’45”;
Vincenzo Tanca.
11° (12°) Giovanni Ambus (SM, Atl. San Sperate) in 3:00’15”; 12° (13°) Sergio Lobina (SM,40 Gr. Pod. Assemini) in 3:00’48”; 13° (14°) Stefano Ardau (SM45, Amsicora Cagliari) in 3:02’11”; 14° (15°) Stefano Zedda (SM35, Runners Cagliari) in 3:03’03”; 15° (16°) Giovanni Goseli (SM45, Amatori Nuoro) in 3:05’30”.  
In campo femminile si conferma come la più forte atleta isolana in assoluto Roberta Ferru (SF45, GS Atl. Olbia) arrivata con il tempo di 2:53’54” (giunta al 9° posto assoluto). Al secondo posto tra le donne (22^) arriva Giuseppina Cauli (SF35, Valore Salute) con il tempo di 3:07’17” mentre terza (37^) è Paola Addari (SF40, Runners Cagliari).
Roberta Ferru.
Queste le altre atlete donne arrivate sino al 10° posto della maratona: 4^ (47^) Emilia Minnai (SF45, Sporting SIE) in 3:22’22”; 5^ (58^) Maria Vittoria Meles (SF40, Amatori Nuoro) in 3:27’55”; 6^ (87^) Monica Dessì (SF40, Marathon Club Oristano) in 3:38’37”; 7^ (94^) Rita Angela Porcu (SF45, Guilcer Team Ghilarza) in 3:41’50”; 8^ (107^) Manuela Musu (SF, Monteponi Iglesias) in 3:48’17”; 9^ (125^) Ludovica Marini (SF40, Olympia Villacidro) in 4:04’17”; 10^ (145^) Rosanna Garau (SF50, Pod. San Gavino) in 4:28’09”.
Giuseppina Cauli.
Gli atleti arrivati nella maratona sono stati 163 di cui 147 uomini e 16 donne. Tra gli atleti in Handbike partecipanti alla maratona ha vinto Francesco Concu (H2, Isparaplegicus) con il tempo di 2:04’02” mentre tra i partecipanti alla Vivicittà ha vinto Valter Puddu (H3, Saspo) in 50’15”. Nella gara della maratona a staffetta (2 x 21,097) ha vinto la staffetta composta dagli atleti di San Gavino, Alviero Atzeni e Paolo Cannas, che hanno portato a termine la distanza complessiva di 42,194 km. in 2:43’12” (rispettivamente 1:20’58” per Atzeni e 1:22’14” per Cannas) mentre in campo femminile hanno vinto le atlete di San Gavino, Stefania Carola (1:33’11”) e Cinzia Meloni (1:30’20”), con un totale di 3:03’31”.
Cristina Sanna.
Per quanto riguarda il circuito c’è stato tra gli atleti un buon consenso in generale. L’unica perplessità sollevata è stata quella di trovarsi nella fase finale della gara, tra il Molo Ichnusa e l’arrivo, una serie di curve dure con una scarsa indicazione del percorso gara che ha creato molta insicurezza tra gli atleti costringendo anche ad alcuni allo sbaglio. Altro problema, anche se non dovuto agli organizzatori, è stato quello di passare nello stretto percorso attiguo al mare tra Su Siccu e il Molo Ichnusa (durante la Vivicittà) mentre transitavano, camminando, tante atlete della non competitiva con i propri cani,  che occupavano tutta la carreggiata.
Signora Concetta, della ditta "Deriu Sport" (sponsor gara).
Molto interessanti i premi ai primi 3 arrivati nella maratona, sia uomini che donne, con cifre che difficilmente si vedono nelle nostre piazze. Al primo atleta sono stati consegnati 1000 euro, 750 al secondo e  500 al terzo. Per i primi 5 atleti italiani andava un premi, sempre in denaro, da 300 euro a 75. Per tutti gli atleti, sia della maratona che della Vivicittà, arrivati ai primi tre posti della propria categoria è stato regalato un cesto con prodotti isolani. Ottima tutta la struttura logistica della Stazione Marittima che ha permesso di accogliere così tante persone garantendo un parcheggio gratuito per tutti. 

Le foto riguardanti la partenza e gli arrivi della Vivicittà sono state fatte da Donatella Vargiu mentre le altre foto sono fatte da Antonello Vargiu.
Per vedere la classifica degli arrivi della maratona (fonte Fidal) clicca qui;
Per vedere gli arrivi della Vivicittà (fonte UISP) classifica generale clicca qui, classifica per categoria clicca qui, ;
Per vedere tutte le classifiche degli arrivi (Maratona di Cagliari, Vivicittà, Staffetta) tramite TDS clicca qui;
Per vedere le 72 foto della partenza fatte da Donatella Vargiu clicca qui;
Per vedere le 96 foto del passaggio in Via Roma e l'arrivo della Vivicittà clicca qui;
Per vedere le 120 foto degli arrivi della Maratona clicca qui.

Nessun commento:

Posta un commento