mercoledì 20 luglio 2016

Sesso e sport: influenza sulle prestazioni. Scritto da Daniela Frasca.

Sesso e sport
Gli atleti hanno a lungo portato avanti la teoria che il sesso prima di una gara rappresenti uno spreco di energia. Muhammad Ali, per primo, ha dichiarato di non avere rapporti sessuali durante le sei settimane precedenti un incontro di boxe. Ma gli scienziati affermano che non ci sono evidenze fisiologiche che suggeriscano che il sesso prima di una competizione sia dannoso. Al contrario, alcuni studi suggeriscono che il sesso pre-gara può aiutare gli atleti alzando, per esempio, i loro livelli di testosterone.
Non sono chiari, tuttavia, quali siano gli effetti psicologici che il sesso può provocare riguardo alle prestazioni dell'atleta. Alcuni scienziati suggeriscono che l'astinenza potrebbe aiutare gli atleti a concentrarsi meglio.
Lo specialista in medicina dello sport, Ian Shrier della McGill University di Montreal (Canada), ha affermato che il sesso può influenzare le prestazioni sportive in due modi: indebolendo fisicamente l'atleta oppure influenzandone psicologicamente lo stato d'animo. La prima ipotesi è stata successivamente smentita, la seconda non è stata ancora testata.
La tradizione all'astinenza è particolarmente seguita negli sport di potenza, come ad esempio la boxe o il calcio.
Sono in molti a pensare che l'atto della eiaculazione faccia diminuire nel corpo il livello di testosterone, ormone del desiderio sessuale e dell'aggressività. Il professore di endocrinologia Emmanuele A. Jannini, dell'Università degli Studi dell'Aquila ha affermato che questa idea è completamente sbagliata. Dice Jannini: "dopo tre mesi senza sesso, situazione molto comune tra alcuni atleti, il livello di testosterone si riduce drasticamente quasi al livello presente nei bambini. Si pensa dunque che questa situazione sia utile per un pugile?"
Possiamo quindi affermare che gli scienziati respingono l'idea della negatività del sesso prima di una gara.
L'attività sessuale potrebbe aiutare le donne a combattere dolori muscolari o altre lesioni sportive, come afferma Barry Komisaruk, un professore di psicologia alla Rutgers University di Newark (New Jersey). E' stato scoperto infatti, che la stimolazione sessuale ha nelle donne il potente effetto di bloccare il dolore. Questo effetto può durare anche un giorno intero nel caso di dolori muscolari cronici. Uno dei meccanismi attraverso i quali tutto ciò è possibile, è dovuto al fatto che l'attività sessuale blocca il rilascio della sostanza trasmettitrice del dolore. Komisaruk ha anche scoperto che la stimolazione vaginale ha un forte effetto sullo stress muscolare delle gambe, che aumenta in alcune donne e diminuisce in altre.
Molto meno si sa sugli effetti psicologici del sesso sulle prestazioni atletiche.
Alcuni esperti dicono che gli allenatori favoriscono l'astinenza semplicemente perchè vogliono che gli atleti dormano abbastanza prima del grande evento arrivando quindi molto riposati.
Gli psicologi hanno dimostrato che esiste un livello di attenzione e di ansia necessario per produrre le migliori prestazioni possibili. Eccessiva ansia e aggressività possono invece causare una riduzione delle prestazioni.
"Se gli atleti sono troppo ansiosi il giorno prima di un evento, il sesso potrebbe rappresentare una rilassante distrazione," ha scritto Shrier. "Se sono già rilassati o, come alcuni atleti, hanno poco interesse nel sesso la notte prima di una grande competizione, un buon riposo notturno è tutto ciò che occorre". I risultati dipendono quindi dalla personalità dell'atleta e dalla routine: la coerenza è fondamentale. In generale un atleta dovrebbe evitare di provare qualcosa di nuovo, se non lo ha prima sperimentato in condizioni di minore importanza o non è sua abitudine.
Jannini dice che gli effetti del sesso variano da atleta in atleta. Alcune personalità hanno bisogno di una maggiore concentrazione e il sesso non fa quindi al caso loro. Altri atleti potrebbero invece avere bisogno di quel po' di trasgressione che alla fine può fare la differenza. "In questo caso", dice Jannini, "vorrei suggerire un rapporto sessuale completo e soddisfacente la sera prima della competizione".

Per entrare nel sito "Running Italia" clicca qui.

Nessun commento:

Posta un commento