venerdì 7 luglio 2017

La forza dimagrante delle fibre, tratto da Riza.

Ecco gli antifame naturali che regolarizzano l’intestino, abbassano l’indice glicemico e placano la fame.
Quali sono, dove li trovi?
Le fibre insolubili sono i galattomannani, le pectine, le gomme e le mucillagini. Contenute principalmente nella frutta, in alcuni legumi, nelle verdure e nei fiocchi d’avena, si sciolgono nei liquidi, aumentando notevolmente il loro volume, e hanno la proprietà di formare un gel che si amalgama con il resto del cibo presente sia nello stesso piatto sia nel tubo digerente, aumentando così il senso di sazietà. Vediamo come…
Più volume, meno sovrappeso.
Le fibre solubili (ma anche quelle insolubili) non apportano calorie ma volume. Di conseguenza, poiché il senso di sazietà è dato non dalla quantità di calorie ma dal volume del cibo ingerito, placano la fame, limitando l’assunzione di calorie in eccesso: un fattore fondamentale per la prevenzione del sovrappeso!
Con loro l’intestino è regolare.
Le fibre solubili, gonfiandosi, aumentano la massa del contenuto intestinale e ne accelerano il transito, riducendo la permanenza del cibo nel tubo digerente. Questo comporta:
- la prevenzione della stipsi;
- una più rapida eliminazione delle tossine;
- un ridotto assorbimento di grassi e zuccheri, che aiuta a contrastare colesterolo e diabete. A tutto vantaggio della linea!
Abbassano l’indice glicemico.
Come già detto, le fibre permettono di assorbire meno zuccheri. Questo comporta livelli più bassi di glicemia nel sangue e quindi un minor rischio sovrappeso, ricordando che più aumenta il livello di zuccheri nel sangue, più il metabolismo rallenta!
Il consiglio in più
Le fibre solubili possono essere assunte direttamente da molti cibi: carciofi, carote, fave, piselli, fagioli, cavoli, cipolle, zucca, mele (con la buccia), albicocche, banane, pere, frutti di bosco ecc. Oppure attraverso integratori che contengono alte percentuali di fibre solubili, come quelli a base di guar, galattomannano, chitosano, polpa di baobab…In genere, se si utilizza l’integratore, se ne prendono due bustine al giorno, 20 minuti prima dei pasti per aumentare il senso di sazietà, oppure una bustina al dì, prima di andare a dormire, per regolarizzare l’intestino.

1 commento:

  1. Raccomandazioni meravigliose! Un modo di vita sano e una dieta efficace sono la chiave.

    RispondiElimina