venerdì 26 maggio 2017

Tendinite, prevenire efficacemente l'infiammazione. Scritto da Salvatore Pisana.

Tendine d'Achille
Uno degli argomenti ricorrenti dei nostri articoli riguarda la tendinite, ovvero l’infiammazione al tendine d’Achille, che rappresenta uno dei problemi fisici più diffusi tra i podisti.

I micro-traumi che colpiscono il tendine d’Achille possono derivare da traumi diretti, anche se la maggior parte dei problemi al tendine deriva dai sovraccarichi funzionali a cui è sottoposto e che spesso sono causa dello stato infiammatorio denominato appunto tendinite.
I fattori di rischio possono derivare da anomalie di natura funzionale (errata tecnica di corsa, calzature inadatte, discese ecc) e/o fisiche (dismetria degli arti inferiori, ginocchio valgo, ecc). Per questo motivo vogliamo darvi alcuni suggerimenti per prevenire questa fastidiosa infiammazione.

  • Riscaldamento. Eseguire sempre il riscaldamento prima di cominciare l’attività fisica (allenamento o gara). In questo modo i muscoli si adatteranno gradualmente al carico e non subiranno traumi forti.
  • Stretching. Dare molta importanza allo stretching nel proprio allenamento, infatti muscoli accorciati sono più soggetti al rischio di lesione.
  • Alimentazione. Seguire una corretta alimentazione. In particolare è importante consumare cibi dall’elevato potere antinfiammatorio, come i legumi e lo zenzero.
  • Scarpe. Indossare scarpe idonee alla corsa, che si adattino al proprio appoggio del piede, al peso, e che non abbiano una suola troppo bassa e rigida.
  • La tendinite: cause e rimedi
  • Recupero. Evitare stress muscolari. E’ importante non sottovalutare i periodi di scarico e di recupero.
  • Ascoltare il proprio corpo. Ogni dolore, anche lieve, può essere il campanello d’allarme che indica un problema serio. E’ necessaria una profonda conoscenza di se stessi, per capire se è il caso di fermarsi o continuare gli allenamenti, eventualmente cambiando il tipo di attività.
  • Gradualità. Dopo una prolungata pausa dall’attività fisica, è molto importante riprendere gradualmente i propri allenamenti.
  • Corretta esecuzione. Concentrarsi nella corretta esecuzione degli esercizi è molto importante, al fine di evitare movimenti scorretti che potrebbero causare seri danni.

Se si avverte dolore al tendine e con il riposo e le dovute precauzioni (impacchi di ghiaccio, alimentazione, scarpe morbide, ecc.) non si guarisce, rivolgersi ad un medico specialista che, tramite un’ecografia o una risonanza magnetica, potrà individuare con certezza il problema ed indicare la terapia più adatta, prescrivendo eventualmente anche dei farmaci.

Per entrare nel sito Running Italia clicca qui.

Nessun commento:

Posta un commento