martedì 11 aprile 2017

Pressione arteriosa e peso corporeo. Scritto dal Dott. Pier Luigi Rossi.

La pressione arteriosa e' la forza con cui il sangue agisce sulle pareti arteriose. La pressione sistolica (valore massimo) e' la forza con cui il cuore spinge avanti il sangue nelle arterie. La pressione diastolica (valore minimo) e' la resistenza che il sangue incontra nel suo scorrere all'interno delle arterie che riducono il loro diametro, dal cuore verso i capillari. La pressione arteriosa va misurata tra le 6 e le 9 del mattino, prima della colazione e prima di prendere farmaci. In questa fascia oraria si ha il valore piu' alto della pressione arteriosa nella giornata. Chi vuole puo' eseguire un Holter pressorio con misurazione continua in 24 ore.
BATTITO CARDIACO E GRASSO CORPOREO
Dott. Pier Luigi Rossi.
Ciascuno di noi ha 5 litri di sangue e il battito cardiaco indica il lavoro del cuore come pompa! Piu' e' alto il numero dei battiti e piu' il cuore invecchia e degenera. Non si deve superare 130 mmHg valore massimo e 90 mmHg valore minimo. Chi e' in sovrappeso ed obeso tende ad avere la ipertensione arteriosa, valori superiori a 130/90 con battito cardiaco superiore a 80, perché' 1 Kg di grasso contiene circa 3 Km di capillari. Pertanto una persona con 10 Kg di eccesso di grasso avra' 30 Km di capillari in piu' dove devono essere spinti i 5 litri del sangue! Battito cardiaco e pressione salgono! Riduci il peso corporeo e la pressione scende! Inoltre il grasso produce ormoni che fanno salire la pressione arteriosa. Quando il valore minimo supera 90 mmHg vuol dire che le arterie hanno ridotto il loro diametro per aterosclerosi. Massima attenzione al valore diastolico (minimo). Con il passare degli anni la pressione arteriosa tende ad alzarsi perche' si perde muscolo sostituito dal grasso accumulato nell'addome, che e' il grasso piu' pericoloso per la salute! E' bene tenere la circonferenza addominale, presa con il metro posto sull'ombelico, sotto 98 cm per l'uomo e 84 cm per la donna. Con il passare degli anni si tende ad accumulare grasso e a perdere muscolo ed acqua. Il processo di invecchiamento consiste proprio nel perdere muscolo ogni giorno. Il peso può anche restare uguale ma cambia la composizione corporea. Avere meno muscolo e più grasso corporeo vuol dire abbassare il metabolismo energetico. Il risultato è un continuo aumento di grasso corporeo in particolare accumulato sull’addome anche se una persona mangia nello stesso modo di sempre. Consuma di meno perché ha meno muscolo! Per rimanere efficienti, per non cadere nella decadenza estetica e funzionale oltre a saper mangiare occorre fare attività motoria aerobica (movimento di gamba: camminare svelti, correre, cyclette, step, bicicletta, tappeto ruotante, salire le scale…) e attività di resistenza meccanica per incrementare massa magra muscolare nelle braccia, tronco e addome, gambe (elastici o pesi o resistenze meccaniche). Perdere muscolo vuol dire invecchiare! Sentirsi sempre deboli, vuol dire aver perso muscolo! I muscoli si perdono dapprima nei glutei, che causa anche grave alterazione della postura!
INQUINATI dal SODIO. La prima scelta alimentare contro l' ipertensione arteriosa e' la drastica riduzione del sale da cucina e degli alimenti contenenti sodio. Esso trattiene acqua nelle arterie e nel tessuto connettivo. Siamo inquinati dal sodio piu' di quanto si possa pensare. Il sodio e' nascosto in molti alimenti per favorire la appetibilità degli alimenti. Con il passare egli anni si ha una perdita del gusto e si tende ad usare piu' sale e mangiare sempre piu' salato! Il sodio e' presente negli alimenti di origine animale, e' scarso negli alimenti vegetali. Occorre mangiare 80% degli alimenti giornalieri derivati dai vegetali e il 20% di alimenti derivati dagli animali! Almeno 3 volte pesce nella settimana. Ma oggi mangiamo sempre meno alimenti vegetali e sempre piu' alimenti animali! Negli alimenti vegetali sono presenti potassio e magnesio, minerali antagonisti del sodio! A chi la pressione arteriosa consiglio una alimentazione pesco- vegetariana con drastica riduzione dell'uso del sale da cucina, salumi, formaggi a pasta dura, evitare alimenti con alte dosi di sodio, come il glutammato monosodico.
Consiglio acqua con residuo fisso superiore a 500 mg/ litro. Indicare bassi livelli di sodio nell'acqua minerale è solo marketing. Non è il sodio dell'acqua a creare i veri problemi per la salute! Piano con i diuretici! La pressione arteriosa alta e' un killer silenzioso che va combattuto a tavola e con attività motoria giornaliera! Con decisione, mai sottovalutare la pressione arteriosa!

Questo post è stato pubblicato in data 28-08-14 nel profilo facebook del Dott. Pier Luigi Rossi.
Per entrare nel sito del Dott. Pier Luigi Rossi clicca qui

Nessun commento:

Posta un commento