mercoledì 14 dicembre 2016

I grassi ed i carboidrati vanno mangiati assieme? Tratto da "Project inVictus".

Esistono infinite strategie per dimagrire e migliorare la composizione corporea. Nel corso del tempo diverse diete hanno provato a dare chiavi di lettura differenti.
Inizialmente la dieta dissociata ti faceva mangiare carboidrati a mezzogiorno e proteine-grassi la sera.
Poi è arrivata la dieta a Zona che ha ribaltato sia il numero dei pasti, dai canonici 3 ai 5-6, ed ha mescolato in proporzione tutti i macronutrienti (40-30-30).
Anche se queste due strategie alimentari sono molto differenti in realtà portano tutte e due a dimagrire, in quanto indipendentemente da come e cosa mangiamo, se nei mitocondri c’è poco ATP si innescano i processi catabolici, se invece sono saturi si innescano quelli anabolici.
Potremmo semplicemente dire che noi contiamo le calorie (dieta ipocalorica, normocalorica, ipercalorica), l’organismo conta l’energia nei mitocondri.  A volte le cose coincidono, a volte ci sono significative differenze, ma questo è un altro discorso.
Oggi ci concentriamo invece sul chiarire questo articolo: Quando ingrassiamo. Non passa settimana che non riceviamo almeno una mail in cui qualcuno ci chiede delucidazioni in merito.
Siete proprio sicuri che non devo aggiungere grassi al mio pasto glucidico per abbassare il carico glicemico?”
Si stronzo siamo proprio sicuri.
No, ovviamente scherziamo vediamo d’approfondire e di chiarire il concetto.
1) Se nel flusso ematico abbiamo contemporaneamente alti zuccheri e alti trigliceridi siamo sicuri d’ingrassare, quindi su questo punto possiamo stare sereni ECCEDERE con i carboidrati e con i grassi nello stesso pasto è il miglior modo per vedere gli addominali fare la valigia. Il cenone di Natale è un ottimo esempio di quello che non bisognerebbe fare
2) Un pasto con un alto carico glicemico potrebbe far ingrassare o comunque se ripetuto continuamente va a sputtanare i recettori cellulari GLUT-4 portando a peggiorare il nostro stato metabolico. Potrebbe perché abbiamo già visto che l’eccesso glucidico, se le vie metaboliche sono libere (non ostruite da grassi e proteine) viene ossidato e non si converte in acidi grassi.
3) L’insulina non viene stimolata solo dalla glicemia, ma anche dagli ormoni gastrici, dagli aminoacidi che bypassano il metabolismo epatico, dal mix di macronutrienti. Quindi è vero che se vi misurate la glicemia e mangiate solo carboidrati senza grassi questa, dopo il pasto, risulta più alta, ma state appunto misurando la glicemia non l’insulina. Il bignè alla crema è un ottimo esempio di un alimenti in cui l’aggiunta di grassi abbassa il carico glicemico ma alza il carico insulinico.
Morale della favola
Noi ingrassiamo perché c’è un eccesso d’energia nei mitocondri (lo so che l’avete capito ma ripetuta iuvant), cosa, come, quando mangiamo è secondario a questo. Tuttavia adottare strategie vincenti ci permette di mangiare di più senza inficiare i risultati.
La scelta così di mischiare i macronutrienti (carboidrati-proteine-grassi) dipende essenzialmente da quanta energia assumete in un pasto:
– Fino a 400-600Kcal potete mischiare tutto quello che volte
– Da 600-800Kcal siete in una zona di confine, più avete massa magra e siete attivi e meno vi dovete preoccupare.
– Sopra le  1000-1200Kcal rischiate la malattia dell’agnello (vi cresce la pancia e vi cala l’uccello).
Detto questo concludiamo con un MA, un ma grande come una casa ma che vi aiuta a riflettere su che cos’è l’alimentazione.
Durante il digiuno intermittente io mangio mediamente 1-2 volte, come faccio ad assumere tutti i macronutrienti senza ingrassare dopo il pasto?
Ingrassare-dimagrire non vogliono dire niente se non contestualizzati in un lasso di tempo. Per capirci se mangiate solo una volta al giorno a cena è normale ingrassare dopo il pasto. MA E’ IL BILANCIO CALORICO GIORNALIERO (per non dire settimanale) a contare, non i pasti.
Così noi possiamo benissimo ingrassare mischiando i macronutrienti se poi nel resto della giornata perdiamo più di quello che abbiamo acquistato.
Variazioni ematiche dopo il pasto
Carboidrati-proteine-grassi, 1-3-6 pasti, sono tutti dati che vanno contestualizzati in qualcosa di più grande, è sempre la somma dei fattori a dare il risultato.

Per entrare nel sito "Project inVictus" clicca qui.

1 commento:

  1. E' da poco che ho trovato il blog. Complimenti per l'impegno dell'aggiornamento costante. Studio Reggio EMilia

    RispondiElimina