martedì 17 gennaio 2017

"Latte" vegetale fai da te. Tratto da "Ambiente Bio".

latte vegetale
Se pensiamo al costo del latte vegetariano, l’idea di farlo da soli con una minima spesa è davvero allettante oltre al fatto che saremo sicuri che non verranno aggiunte altre sostanze per la conservazione. Un ulteriore vantaggio del latte preparato in casa è dato dal fatto che si conserva in una bottiglia di vetro o comunque riciclando altre bottiglie di plastica che possiamo avere in casa, a fronte dei tanti bricchi di tetra pak o ulteriore spreco di plastica.
Qui di seguito troverete alcune tipologie di latte vegetariano da poter autoprodurre.
Latte di soia
6 tazze di acqua per 1 tazza di soia (questa è la proporzione, poi regolate di conseguenza in base alla quantità che volete produrre tenendo presente che il latte di produzione casalinga durata all’incirca 3 giorni).
  • Mettete in ammollo la soia gialla per circa 12/14 ore.
  • Scolare la soia dall’acqua di ammollo e frullarla con una mezza tazza di acqua in modo da ridurla in purea.
  • Bollire per 30 minuti la purea di soia in 6 tazze di acqua.
  • Filtrare con un colino rivestito da una garza sottile.
  • Dolcificare a piacere.
Latte di riso
  • Far bollire in una pentola una parte di riso Ribe con 10 parti di acqua (scegliete in base alla quantità desiderata) per 40 minuti
  • Frullare con il minipimer ad immersione fino a ridurre il riso in poltiglia
  • Filtrare il tutto attraverso un telo o un colino
  • Versare il latte di riso in una bottiglia di vetro
  • Conservare per massimo 3 giorni in frigo
Latte di avena
  • Lavare con acqua corrente 50 gr di avena decorticata.
  • Portarla a cottura per 50 minuti circa in 0,5 lt di acqua.
  • Con il minipimer frullare il tutto finchè non riduciamo in poltiglia.
  • Aggiungiamo altro 0,5lt di acqua fredda e frulliamo ulteriormente.
  • Passiamo il composto su un colino rivestito di una garza fine.
  • Imbottigliamo il latte di avena.
  • Si consiglia il consumo in massimo 2 giorni.

Latte di mandorle
  • In un contenitore di acqua calda mettere in ammollo 300 gr di mandorle ben spellate per 30 minuti circa
  • Scolatele e asciugatele
  • Mettere le mandorle in un frullatore e a piacere aggiungete in questo momento il dolcificante.
  • Aggiungete l’acqua e frullate il tutto fino a rendere in poltiglia. Se non avete un frullatore capiente potete dividere le dosi delle mandorle in più parti
  • Passate il tutto a colino schiacciando la polpa delle mandorle per farne uscire il liquido e gli oli.
  • Versate in una bottiglia di vetro e conservate in frigo.
  • La conservazione non va oltre i tre giorni.
Latte di farro
La preparazione del latte di farro avviene come quella del latte di avena. Sostituiamo l’avena decorticata con il farro decorticato.
Per entrare nel sito "Ambiente Bio" clicca qui.

Nessun commento:

Posta un commento